Alcamo, addio alla scuola materna nel quartiere Sant’Anna: “Non serve più”

0
1324

Non ci sarà più alcuna scuola materna che sorgerà nel vastissimo quartiere periferico di “Sant’Anna”. La giunta guidata dal sindaco Domenico Surdi oramai ci ha messo definitivamente una pietra sopra anche se da tempo l’impressione era che dalle parti del palazzo di città quest’obiettivo fosse stato accantonato. Con un’apposita delibera è stato dichiarato il venir meno “dell’interesse pubblico”. Nel frattempo c’è da dire che il municipio si era indebitato, accendendo un mutuo con la cassa depositi e prestiti di quasi un milione di euro. Soldi che diventeranno “economie” e che quindi saranno spesi in un altro modo. Della scuola materna di contrada Sant’Anna si cominciò a parlare dei primi anno ’90 e poi il tutto si concretizzò nel 1998 quando l’allora giunta di centrosinistra del sindaco Massimo Ferrara approvò il progetto di massima per i lavori di realizzazione di scuola materna in contrada Sant’Anna per l’importo di 929.622,42 euro. L’opera però rimase soltanto un libro dei sogni almeno sino al 2005 quando il sindaco Giacomo Scala riprese tutto in mano facendo approvare in giunta il progetto esecutivo che però nel frattempo subì delle modifiche e il costo dell’opera lievitò sino a quasi 1,4 milioni di euro. Il mutuo che venne accesso attraverso la cassa depositi e prestiti fu per poco più di 900 mila euro, per cui si doveva trovare un altro mezzo milione. Altro problema che finì per bloccare tutto e per quasi far accantonare il proposito di realizzare la scuola materna. All’epoca in cui si pensò di dare vita al progetto la zona di Sant’Anna era in fortissima espansione urbanistica: ci fu un vero e proprio boom edilizio che oggi si è concretizzato con le migliaia di residenti che abitano nel quartiere periferico. “L’opera non sarà più realizzata – scrive nella sua relazione la dirigente della Direzione 4 Lavori pubblici del Comune, Anna Parrino – perché è venuto meno l’interesse pubblico in quanto si è ridotta negli ultimi anni la popolazione scolastica dell’infanzia e inoltre nelle stessa zona si è realizzata una scuola elementare dove sono allocate delle sezioni di scuola dell’infanzia. Non verrà dunque richiesto altro mutuo per la stessa opera”. E’ stato quindi dichiarato che l’importo del mutuo accesso pari a 811 mila euro è da considerarsi economia.