Alcamo, cane randagio adottato da un condominio. Esempio di civiltà

Una bella storia, quella di Chaplin, un cane randagio, come troppi purtroppo sul territorio, pelle ossa e ridotto quasi in fin di vita, trovato nella via Narici ad Alcamo, mentre vagava confuso e in cerca di qualcuno che lo potesse accudire. Ma per fortuna Alcamo, una città che ama gli animali, ha fatto sì, grazie a persone sensibili e che amano gli amici a quattro zampe, che anche questa volta, il cane dagli occhi tristi non trovasse un solo padrone, ma addirittura un intero condominio che si prendesse cura lui. I condomini di un palazzo in viale Europa infatti lo hanno curato, dato soprattutto un rifugio e del cibo a un cucciolo destinato a morte sicura se fosse rimasto in strada. Chaplin è un esempio di civiltà, così come diceva Ghandi: “La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali”. Adesso il cucciolo, non solo scodinzola felice e porta allegria a tutte le persone che vivono lì, ma per ringraziare dell’amore che riceve giornalmente da loro, li aiuta in qualche modo debellando topi e scarafaggi e facendo anche guardia al condominio in modo del tutto silenzioso. Insomma una storia a lieto fine, come poche, e che dovrebbe essere all’ordine del giorno, perché se l’essere umano non sempre ringrazia dell’amore ricevuto, con gli animali, invece, si ha la certezza che questo possa avvenire, ma soprattutto, essere per sempre.