Alcamo: boom di screening sul rene, 1 su 10 malato

0
446

Un centinaio di visite effettuate soltanto in appena mezza giornata. Un vero record per Alcamo che ha aderito davvero massicciamente all’iniziativa curata al centro Emodialisi di Alcamo con il patrocinio gratuito del Comune, andata di scena oggi nella centralissima piazza Ciullo. Ad essere stati effettuati degli screening gratuiti nell’ambito della “Giornata mondiale del rene” che ha trovato sponda nella cittadina alcamese per il secondo anno. I partecipanti con un semplice prelievo possono verificare le condizioni di salute dei propri reni.

Le malattie renali evolvono spesso in modo silenzioso e riconoscerne in tempo i campanelli d’allarme è fondamentale per prevenirne l’evoluzione verso l’insufficienza renale cronica e diminuire il rischio cardiovascolare. In Italia e nel mondo le nefropatie sono in aumento e, secondo il Registro Italiano di Dialisi e Trapianto, attivo da 20 anni, sono ancora troppe le persone che arrivano alla terapia sostitutiva, soprattutto dopo i 65 anni. E’ una patologia che affligge ogni fascia di età ma ovviamente gli anziani sono i più statisticamente soggetti. Oltre agli esami di sangue gli utenti si sono sottoposti alla misurazione della pressione arteriosa. I gazebo sono stati letteralmente presi d’assalto, segno evidente che per la tematica c’è una certa sensibilità. Sul piano dello stile di vita da adottare esistono delle contromisure per potere preservare il proprio rene.