Alcamo, bonus bebè: aperti termini per le istanze

0
439

Il Comune di Alcamo rende noto che sono aperti i termini per l’erogazione del bonus di 1.000 euro per la nascita di un figlio che sia nato o stato adottato dal 1 gennaio al 31 dicembre 2014. Tra i requisiti per presentare domanda: un indicatore I.S.E.E. del nucleo familiare del richiedente non superiore a 3.000 euro e cittadinanza italiana o comunitaria ovvero, in caso di soggetto extracomunitario, titolarità di permesso di soggiorno; residenza nel territorio della Regione Siciliana al momento del parto o dell’adozione; i soggetti in possesso di permesso di soggiorno devono essere residenti nel territorio della Regione Siciliana da almeno dodici mesi al momento del parto; nascita del bambino nel territorio della Regione Siciliana.

L’istanza dovrà essere redatta sullo schema predisposto dall’assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro – Dipartimento Famiglia e Politiche Sociali, secondo le forme della dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà e dovrà essere presentata presso l’Ufficio Protocollo del Comune di residenza.

Gli interessati possono ritirare l’istanza predisposta dall’assessorato e ricevere informazioni presso gli uffici di Servizio Sociale del Comune di Alcamo, Via Verga n. 65 o presso l’Ufficio U.R.P. del Comune di Alcamo o collegandosi al sito web: www.comune.alcamo.tp.it

La domanda deve essere presentata all’Ufficio Protocollo del Comune di Alcamo, Piazza Ciullo; per i nati nel primo semestre (dal 1 gennaio al 30 giugno 2014) entro il 31gennaio2015; per i nati nel secondo semestre (dal 1 luglio 2014 al 31 dicembre 2014) entro il 28 febbraio 2015.

Non saranno ammesse domande pervenute oltre il termine di scadenza fissato e incomplete. Il Comune verificata la documentazione comunica al Dipartimento Famiglia e Politiche Sociali i dati relativi alle istanze ricevute e il Dipartimento redigerà le graduatorie regionali, ordinando i soggetti richiedenti per indicatore I.S.E.E. crescente. Nel caso di situazioni ex aequo sarà data precedenza al nucleo familiare più numeroso. A parità dei precedenti requisiti, sarà considerato l’ordine cronologico delle nascite.