Alcamo-Ballottaggio, si alza la tensione nelle battute finali

0
304

Meno 4 al voto del ballottaggio del prossimo 19 giugno ad Alcamo e adesso anche la tensione comincia ad essere più palpabile tra i due schieramenti rimasti in gioco. Seppur sino ad oggi tra Movimento 5 Stelle e Abc non ci siano state di fatto delle vere e proprie schermaglie, rispettandosi l’uno con l’altro anche sulla base del fatto che i due progetti politici spesso hanno trovato dei punti di contatto e di convergenza su determinate problematiche, ora però che la data del ritorno alle urne è sempre più vicina il clima comincia pian piano a farsi sempre più caldo. E non solo per via della temperatura oramai quasi estiva. Dopo qualche battibecco a distanza, e qualche scintilla anche nel confronto di ieri sera andato in onda sulla nostra emittente, adesso ad infiammare il dibattito è la richiesta di Abc di organizzare un confronto pubblico con i pentastellati allargato anche ai candidati assessori. Sono rimbalzate accuse a vicenda sulle reali intenzioni di organizzare il dibattito quando oramai manca davvero poco al gong finale di questa campagna elettorale che a onor del vero sino ad oggi non è stata particolarmente accesa. Intanto i candidati sindaco, Sebastiano Dara di Abc e Domenico Surdi del Movimento 5 Stelle, hanno inteso che oramai il tempo delle chiacchiere è finito. Si parte da un risultato del primo turno che ha consegnato 11 mila voti a Surdi e quasi 4 mila a Dara. Ora si dovranno fare i conti con un nuovo turno di voto che è comunque differente dal primo e che ha diverse variabili. Per questo entrambi sono convinti che si è entrati nella fase di far capire alla cittadinanza i rispettivi progetti politici: