Alcamo, apre “Starplace”. Multisala cinematografica

Nel segno di una tradizione familiare che dura da quasi ottant’anni, con la gestione di cinema: prima l’Ideal, l’arena Ciullo, e poi l’Esperia. Famiglia Pipitone ovvero il cinema nel sangue. Ora è la volta di Francesco Pipitone, terza generazione, che porta il nome del nonno e che da sempre la sua attività è stata quella della gestione della sala cinematografica: l’Esperia di corso VI Aprile, che continuerà la regolare programmazione. Francesco con un investimento non indifferente ha realizzato una multisala in contrada San Gaetano. Posto strategico poiché è a poche centinaia di metri dallo svincolo Alcamo est dell’A29. La multisala “Starplace” aprirà le porte agli spettatori mercoledì prossimo. Il progetto è dell’architetto Pierluigi Celata, noto per aver diretto i lavori di restyling di famose sale italiane tra cui l’Olimpia e il Quattro Fontane di Roma, in collaborazione con l’ingegnere alcamese Claudio Cammarata. Il risultato è una struttura che unisce il massimo del comfort e della tecnologia ad una caratteristica eleganza. Con le sue quattro sale, anche con proiettori digitali 4K (superiore agli standard locali, 2K) e 485 posti a sedere, Starplace è ad oggi l’unica multisala in Italia ad essere totalmente equipaggiata di sistemi di riproduzione audio e video Dolby. Inoltre, grazie al sistema Dolby Atmos certificato, una tecnologia audio surround di ultima generazione. Quattro sale diversi spettacoli: cinema d’essay, prime visioni, proiezioni private, film per grandi e bambini (in arrivo “Frozen”, “Il primo Natale” di Ficarra e Picone, l’ultimo “Star Wars”, “Pinocchio” di Benigni, “Tolo Tolo” di Checco Zalone), Inoltre, le sale di Starplace, con 149 posti ciascuno, saranno utilizzate per convegni, congressi, conferenze e meeting aziendali. Per pellicole particolari, le antiche “pizze” funzionerà un vecchio proiettore stile Cinema Paradiso, che Francesco Pipitone sa ben usare. All’interno anche un servizio di ristorazione e take away di prossima apertura. “La mia è la terza generazione di esercenti in questo settore – dice Francesco Pipitone, titolare dello storico Cinema Esperia. Era un nostro desiderio, mio e di mia moglie Vincenza, dare vita ad un nuovo luogo di promozione culturale. Per noi il Cinema è principalmente questo, una forma di arte, di cultura e di comunicazione universale”.