Alcamo-Amici della musica, concorso lirico dai grandi numeri

Una giuria prestigiosa presieduta dal tenore statunitense Chris Merritt, che dell’opera italiana della prima metà del 19esimo secolo è uno dei massimi specialisti al mondo. Completano la giuria Viorica Cortez, mezzosoprano romeno e il soprano statunitense Lella Cuberli. Tre grandi nomi della lirica nobilitano ancora una volta il Concorso internazionale per cantanti lirici “Città di Alcamo”, giunto alla ventesima edizione.  Che potrebbe essere l’ultima e sarebbe un vero peccato non continuare nel solco di questa tradizione che da lustro alla città di Alcamo in varie parti del mondo. E basta vedere la provenienza dei 70 iscritti da 16 nazioni tra cui Israele, Canada, Giappone, Thailandia, Argentina, Moldavia,  Irlanda Kirghizistan, Italia etc per rendersi conto dell’importanza dell’evento, organizzato dall’Associazione amici della musica, presieduta da Francesco Bambina. Dicevano che l’edizione in programma dal 5 all’8 ottobre prossimi, presso il teatro Cielo d’Alcamo potrebbe essere l’ultima per la distrazione delle Istituzioni. Taglio di contributi. Ritardi nell’erogare quei pochi spiccioli deliberati rendono la vita difficile all’Associazione alcamese che deve sostenere spese sempre maggiori. Intanto godiamoci la 20esima edizione. I dieci finalisti si sfideranno domenica otto ottobre dalle 18,30. Al vincitore una borsa di studio di tre mila euro, offerto dalla Conad. Secondo premio di mille e 500 euro offerto dall’Associazione vittime della mafia e del terrorismo e del dovere. Il premio internazionale della cultura “Città d’Alcamo” è stato consegnato a Roma da Francesco Bambina a Raffaele Cantone, autorità nazionale anticorruzione, che non potrà essere presente ad Alcamo l’otto ottobre. Con la medesima motivazione sarà premiato il generale Domenico Rossi, sottosegretario di Sato alla difesa.