Alcamo. Allarme inquinamento. La plastica invade il mare, esperti a confronto

0
1309

Se la plastica che va a finire nel mare continuerà ai ritmi odierni per i prossimi 20 anni, tutti gli oceani saranno irrimediabilmente inquinati con la morte di flora e fauna. Se filtrassimo tutte le acque salate del mondo, scopriremmo che ogni chilometro quadrato di esse contiene circa 46 mila  micro particelle di plastica in sospensione. Numeri impressionanti di un fenomeno preoccupante per l’inquinamento che tocca anche il nostro Mar Mediterraneo.

Come ricorda l’Unesco la vita marina animale e vegetale è scossa dalla concentrazione sempre più elevata di plastiche di ogni tipo e la catena alimentare sta subendo danni forse irreparabili. Siamo arrivati ad un punto di non ritorno? Abbiamo ancora tempo per invertire la rotta? Possiamo contribuire a ridurre la quantità di plastica che finisce in mare per evitare di lasciare macerie ai nostri figli? Di questo grave problema si parlerà ad Alcamo venerdì prossimo nel convegno in programma al centro Congressi Marconi a partire dalle 17,30. “Il mare che (non vogliamo) è il tema del convegno: “Un mondo di plastica. L’evento è inserito nel programma di “Alcamo a Natale). Interverranno il sindaco Domenico Surdi, l’assessore Lorella Di Giovanni, Pietro Puccio, presidente Flag, Golfi di Castellammare e Carini e gli onorevoli Valentina Palmeri e Mimmo Turano. Il programma prevede la presentazione e proiezione del video “La plastica che ci piace”, realizzato dagli studenti dell’IISS

Mattarella-Dolci. Dell’impatto di rifiuti sulla pesca e la biodiversità marina parlerà il professor Franco Andaloro, biologo, direttore del Centro interdipartimentale siciliano, stazione zoologica Napoli. Dell’impatto sull’uomo dell’inquinamento marino da plastiche parlerà il dottor Francesco Ferrara, dirigente medico ospedale San Carlo Borromeo di Milano. L’evoluzione normativa del settore dall’ambiente Marino è l’argomento che sarà trattato dalla dottoressa Simona Clò, biologa, project manager, progetto Cleam sea life. Moderatore il dottor Luca Scalisi. Intermezzo musicale con Valentina La Colla, e l’inaugurazione della mostra “Il mare che (non) vogliamo che resterà aperta al centro Marconi nei giorni 22 e 23 dicembre dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20. All’iniziativa hanno aderito anche dieci associazioni alcamesi.