Alcamo. Libro autobiografico. Con Tanino Adamo viaggio nella memoria

0
1179

Diceva Oscar Wilde: “La memoria è il diario che ciascuno di noi porta con sé”. Senza memoria non ci può essere futuro. Senza l’esperienza e le vicende belle e amare della vita è difficile potere apprezzare la quotidianità. Questa premessa  per parlare del libro “Da grande vorrei essere un …bambino”. Il libro è il viaggio di vita fino ad oggi  percorso dall’alcamese Gaetano, Tanino per tutti, Adamo. Libro che sarà presentato sabato prossimo alle 18 nella sala conferenze del Collegio dei gesuiti. Tanino Adamo è una figura molto nota ad Alcamo e non solo. Laurea in legge. Ha militato in diverse squadre di calcio ha diretto con successo per tantissimi anni l’Ipab San Pietro Pia Opera Pastore di Alcamo, che ha rappresentato il fiore all’occhiello nel disastrato panorama siciliano di questo tipo di enti. Sempre in prima fila per aiutare i bambini più poveri e anche oggi non si smentisce. Il ricavato del libro andrà ad un’associazione alcamese che assiste bambini. Un libro autobiografico dove Tanino Adamo ricorda attraverso gli occhi del suo alter ego, come per esempio mirabilmente ha fatto il grande Federico Fellini con film Amarcord uscito nel 1973, la sua famiglia, la sua Alcamo, la sua giovinezza, l’esperienza all’oratorio salesiano,  i suoi amici, i suoi colleghi di lavoro. Insomma tutto il mondo che ha girato attorno a lui. E’ l’elemento autobiografico il contenuto del libro. La vita, la famiglia, gli amici, il calcio, le passioni, il lavoro, i bambini, la fiducia nel futuro, la ricerca della felicità, sono i titoli dei novi capitoli del libro. Un libro scritto con sincerità e il cuore in mano dove si esalta il valore più importante: l’Amore. Una radiografia  a 360 della realtà alcamese a partire dagli anni ’60, colta in vari momenti storici. Una raccolta di ricordi, come è scritto nella copertina del libro,… pensieri … emozioni. Un messaggio rivolto anche ai giovai d’oggi.  Alla presentazione del libro di Tanino Adamo  interverranno Giuseppe Scibilia, presidente dell’associazione ex Allievi don Bosco, Rosetta Scibilia dirigente comunale dei Servizi Sociali.