Alcamo-Agricoltura, in ginocchio il settore dell‘ortofrutta

0
279

Numerose criticità nel comparto ortofrutticolo della provincia  sono emerse durante l’analisi condotta da Confagricoltura Trapani che le ha segnalate alle autorità competenti. Questi i principali problemi: mutamenti climatici, che creano instabilità ed imprevedibilità. Forte competizione con il mercato extra europeo. Dazi agevolati alle produzioni extra- europee. Concentrazione della grande industria che applica, unilateralmente, prezzi molto bassi. Accordi di libero scambio che hanno conseguenze nefaste sul settore. Questi problemi hanno portato al settore ortofrutta della provincia di Trapani ad una crisi che si sta sempre più connotando verso un disastro annunciato con uno spirito di rassegnazione da parte degli imprenditori agricoli. A titolo di esempio la Confagricoltura confronta i prezzi tra l’anno precedente e oggi di questi due prodotti: 1) Pomodoro ciliegino rosso e verde nel 2018 venduto a 0.60 al kg (media) mentre l’ anno scorso il prezzo era di un euro e 50 al chilogrammo. Zucchine nel 2018  ad un euro al chilo mentre l’ anno scorso il prezzo era di 2.30. I prezzi dei prodotti sono quindi calati del 40-50% in un anno. „Tutte le imprese agricole del settore, afferma il presidente Fabio Bertolazzi,  lamentano  prezzi medi bassi che non consentono di avere la giusta remunerazione dell’ attività. Occorre quindi  un intervento della Regione per limitare i danni ai produttori“. La Confagricoltura Trapani  sta organizzando corsi di formazione per fornire la più adeguata preparazione ai produttori e in collaborazione con la  federazione regionale si porteranno avanti diverse iniziative per aiutare i produttori in crisi.