Alcamo a secco, da sabato niente acqua dalle due principali sorgenti. Turni sospesi

0
1270
Le condizioni della conduttura di Dammusi

Niente erogazione idrica ad Alcamo. Turni sospesi e che, probabilmente da giovedì potrebbero riprendere ma con intervallo di 4 o 5 giorni. La nuova emergenza è venuta fuori dall’ultima rottura, l’ennesima, della vecchia e lunga conduttura che porta l’acqua dalle sorgenti di Dammusi e fino ai serbatoi comunali. Niente acqua nemmeno da Cannizzaro perché anche la sorte è stata beffarda. Il guasto, infatti, si è verificato oltre al punto in cui arriva il by-pass che mette assieme l’acqua delle due fonti principali che approvvigionano la città di Alcamo. Da due giorni nei serbatoi comunali non arrivano i 47 litri al secondo e le riserve si sono quasi prosciugate.

Per fortuna Siciliacque, su specifica richiesta dell’ufficio acquedotto del comune di Alcamo, ha mostrato assoluta disponibilità ed ha rinviato di 24 ore la sospensione dell’erogazione. Una ditta specializzata avrebbe dovuto effettuare proprio oggi ben 4 riparazioni alla condotta che arriva da Montescuro e il territorio alcamese sarebbe rimasto completamente a secco. Intervento rinviato quindi a domani quando, proprio da stanotte, dovrebbe ricominciare ad entrare l’acqua proveniente da Dammusi e Cannizzaro.

La ditta che ha sottoscritto l’accordo quadro con il comune di Alcamo, infatti, dovrebbe terminare entro la tarda serata di oggi le opere nei pressi della rottura verificatasi alle porte della cittadina, lungo lo scorrimento veloce per Partinico. Da questo momento bisognerà rimettere in pressione gli impianti e quindi partirà l’accumulo: poi si darà il via ai turni. L’operazione sarà più lenta del solito perché per tutta la giornata di domani, e molto probabilmente anche giovedì, non arriveranno ad Alcamo i circa 55 litri di acqua al secondo dalla conduttura gestita da Siciliacque. Dagli uffici comunali non sono attualmente ancora in grado di fare previsioni su quando saranno riavviati i turni di erogazione. Pare non prima di venerdì e con intervalli prolungati fino a 5 giorni.
https://youtu.be/vk1pMGGm_QA