Aggiornamenti sulla Benny 2

    0
    381

    Interrogati gli arrestati dell’operazione Benny 2 finiti agli arresti domiciliari per l’inchiesta sul cemento depotenziato al Porto di Balestrate.

     

    Benny Valenza, davanti al gip, avrebbe affermato che le forniture erano regolari. E sulle intercettazioni, il re del cemento, si sarebbe giustificato definendolo uno scherzo, una semplice battuta sul calcestruzzo d’oro.

     

    Sono stati interrogati anche gli altri arrestati. Giuseppe Jaforte e Giovan Battista Rubino, ingegneri della commissione di collaudo nominati dall’assessorato regionale al Turismo hanno respinto le accuse, sottolineando la loro correttezza.

     

    Domani davanti al gip dovrebbero comparire i funzionari del genio civile. Nell’inchiesta inoltre, lo ricordiamo, è coinvolto il capocantiere del Porto, Filippo Grancagnolo.

     

    Intanto dopo l’assessore allo sviluppo economico Ferrara, dal Comune arriva anche la voce del nuovo Sindaco, Salvatore Milazzo: “Appena ci saranno i presupposti necessari, il comune di Balestrate valuterà se intraprendere azioni legali per salvaguardare l’immagine della città e se sarà possibile ci costituiremo parte civile nel processo”.