Adescamento di minori in una scuola di Erice. Processo per assistente scolastico

0
132

Ha preso il via, dinanzi  al Tribunale di Trapani, il processo a carico di  un assistente tecnico in servizio all’istituto professionale Alberghiero «Ignazio e Vincenzo Florio» di Erice, che lo scorso 23 giugno è stato posto agli arresti domiciliari dalla polizia postale per atti sessuali con minorenne. La vittima è un alunno della scuola superiore ericina dove l’uomo era in servizio e che all’epoca dei fatti, tra l’estate e l’autunno 2021, aveva 17 anni.

Secondo l’accusa, l’operatore scolastico, difeso dall’avvocato Vito Cimiotta, avrebbe convinto il ragazzo ad andare con lui in vacanza e nella sua abitazione di Marsala. L’indagine è nata dalla segnalazione fatta al preside dalla madre di uno studente che avrebbe notato strani messaggi sul telefono cellulare del figlio. Poi, il dirigente scolastico presentò denuncia alla polizia e partirono le indagini che scoprirono gli abusi sul diciassettenne. A rappresentare la parte civile è l’avvocato Giusi Montericcio.

Il 51enne marsalese, assistente tecnico all’alberghiero ‘Florio’, nel luglio scorso era finito agli arresti domiciliari con l’accusa di adescamento di minori e atti sessuali con minorenne. Sono tre gli episodi contestati: uno per adescamento, due per atti sessuali con un minore. Secondo l’accusa, l’uomo approfittando della sua posizione avrebbe carpito la fiducia degli alunni, che all’epoca dei fatti avevano tra i 16 e i 17 anni.