A fuoco due auto ad Alcamo marina, l’ipotesi è il dolo

Le tranquille notti estive di Alcamo marina sono state scosse da un doppio incendio di auto. Ad andare a fuoco due veicoli, l’uno posteggiato accanto all’altro, in zona Aleccia nei pressi del rinomato lido “Windsurf”. Ad essere danneggiate dal rogo una Toyota Yaris di proprietà di un uomo libero professionista di 58 anni ed una Opel di una casalinga di 69 anni, entrambi residenti ad Alcamo. L’allarme è scattato all’alba di ieri, intorno alle 4, anche se solo oggi la notizia è filtrata. Immediato l’intervento sul posto dei vigili del fuoco del locale distaccamento che hanno cercato di fare il possibile ma il devastante incendio ha risparmiato ben poco di entrambe le vetture. I pompieri non hanno trovato alcuna traccia visibile che possa ricondurre con certezza alle cause dell’incendio. Le modalità del rogo però fanno propendere per l’ipotesi del dolo. Si ipotizza inoltre che ci sia stata la possibilità che l’incendio sia stato appiccato dall’interno dei mezzi perché trovati con i finestrini frantumati. Su questo però vanno cauti i carabinieri della Compagnia di Alcamo, titolari dell’indagine, dal momento che i vetri è possibile che si siano frantumati anche a causa del forte calore. Intanto i militari hanno effettuato una serie di rilievi ed ascoltato entrambi i proprietari dei mezzi i quali però non hanno fornito alcuna informazione utile. Agli inquirenti hanno riferito di non avere alcun eventuale sospetto su chi possa avere organizzato questo raid incendiario. Oltretutto a causa della violenza delle fiamme non è stato neanche possibile stabilire se chi ha appiccato l’incendio lo abbia fatto intenzionalmente per entrambi i veicoli oppure se in realtà l’auto presa di mira fosse soltanto una e l’altra invece è stata investita dal rogo solo perché posteggiata accanto. Intanto i carabinieri sono convinti che l’eventuale dolo sia da ricercare in screzi maturati dai due proprietari delle auto in ambito lavorativo o privato. Infatti entrambi sono incensurati, ed abitano ad Alcamo marina solo per questo periodo estivo, e risultano lontani da certi ambienti criminali, motivo per cui non sembra affatto questa la pista da seguire.