6° Reggimento Bersaglieri, comando affidato a colonnello Nola

Da sinistra, cerimonia e autorità video-collegate

Si è svolta a Trapani, presso la caserma “Luigi Giannettino”, alla presenza del comandante della Brigata Meccanizzata “Aosta”, generale di brigata Bruno Pisciotta, la cerimonia di cambio del Comando del 6° Reggimento Bersaglieri tra il colonnello Massimo Di Pietro, che andrà a lavorare per la Nato a Cesano, ed il subentrante colonnello Alberto Nola. Il passaggio di consegne tra i due comandanti, nel rispetto delle ultime disposizioni in materia di prevenzione sanitaria, è avvenuto in forma ridotta e offerto in videoconferenza al Prefetto di Trapani, Tommaso Ricciardi, alle autorità civili e militari della provincia e ai comandanti delle unità della brigata Aosta.

L’uscente Di Pietro, esprimendo gratitudine agli uomini e alle donne del 6° reggimento, ha evidenziato le molteplici attività operativo-addestrative condotte dal reparto durante il suo mandato come l’Operazione “Olympia” e anche in occasione delle trentesime Universiadi del 2019 a Napoli dove il 6° Reggimento è stato chiamato a costituire la “Task Force Universiade”. Il colonnello ha  poi evidenziato la piena integrazione del reparto con la cittadinanza trapanese e con i corpi civili dello Stato sul territorio. Infatti, diverse sono state le occasioni in cui autorità civili e militari locali hanno potuto collaborare in occasione di eventi interagency, simulando contesti operativi-emergenziali dove la prerogativa è stata la salvaguardia del cittadino.

Il nuovo comandante, il colonnello Nola ha prestato servizio presso il 12° Reggimento Bersaglieri, il 60° Battaglione “Col di Lana” e lo stesso 6° Reggimento Bersaglieri in Trapani, in qualità di comandante di plotone e compagnia. Inoltre, presso lo Stato Maggiore dell’esercito a Roma, ha svolto incarichi di capo sezione di studi e progetti ma anche di capo ufficio  su sede vacante. Ha partecipato diverse missioni internazionali in Israele, Siria, “Bosnia-Erzegovina e Kosovo. Adesso l’incarico alla guida dei bersaglieri della caserma Giannettino di Trapani.