150 vaccinati al “San Vito e Santo Spirito”. Per prima la ‘capo-sala’ del pronto soccorso

a sinistra la prima vaccinata, a destra Canzoneri e Di Graziano

E’ salita al secondo piano dell’ospedale, nell’ala dedicata alla vaccinazione anti-covid, è stata inoculata ed è ritornata al suo lavoro. A mezzogiorno circa di oggi, Enza Stabile, capo-sala e coordinatrice infermieristica del pronto soccorso, è stata la prima dipendente del ‘San Vito e Santo Spirto’ a ricevere il vaccino. Dopo di lei altri infermieri, medici, OSS e anche il direttore di presidio Giuseppe Di Graziano.

Il piano vaccinale, organizzato sul territorio dell’ASP di Trapani da Gaspare Canzoneri, ha previsto per oggi 150 dosi riservate al nosocomio alcamese. A dirigere l’ambulatorio vaccinale è stata chiamata Valeria Mazzara, medico incaricata dal distretto. Il presidio ospedaliero, invece, ha reso disponibile il personale infermieristico e gli OSS nonostante le carenze in organico. Un clima di grande collaborazione e di assoluta disponibilità fra i due settori della sanità pubblica, il distretto e l’ospedale.

Nessuna complicazione e nessun problema fra i dipendenti del presidio ospedaliero alcamese che hanno assunto la prima dose del vaccino. Tutti continueranno a rispettare i turni di lavoro. Sabato 23 gennaio ritorneranno nell’ambulatorio vaccinale per ricevere la seconda dose del vaccino. Servirà poi un’altra settimana per lo sviluppo degli anti-corpi.

Chi ha già avuto il covid non dovrà vaccinarsi. Lo ha spiegato Gaspare Canzoneri, responsabile della campagna vaccinale, che fra l’altro ha già avuto e superato l’infezione. “Non c’è alcuna contro-indicazione nel fare il vaccino per coloro che hanno già vinto contro il virus – ha detto il medico castellammarese – ma si tratterebbe però di dosi sprecate. Non possiamo assolutamente permettercelo soprattutto in un momento in cui le dosi sono ancora poche rispetto al fabbisogno”.