118, digitalizzazione già completata all’85%. Tablet e software SISTO ad ambulanze ed elicotteri

Sprint finale per il completamento del piano di digitalizzazione del Servizio di urgenza emergenza sanitaria 118 in Sicilia. Un’operazione necessaria per puntare alla velocizzazione dei tempi di intervento e di soccorso sul territorio, con notevole snellimento delle procedure di gestione del paziente. Circa l’85% delle équipe multiprofessionali in servizio sulle 251 ambulanze e sui sei elicotteri del 118 in Sicilia sono già state dotate dei tablet che consentono la geo-localizzazione dei mezzi, la dematerializzazione della documentazione di bordo e sanitaria, la visualizzazione dei posti e dell’affollamento delle aree di emergenza negli ospedali, il sistema di interscambio di dati in tempo reale fra tutti gli attori del sistema di emergenza. Contemporaneamente è in corso l’attività di formazione e aggiornamento delle competenze dei circa 5.000 sanitari e autisti-soccorritori che ruotano sulle ambulanze, per preparare tutto il personale all’uso dei nuovi strumenti.

Entro settembre sarà completata la distribuzione dei dispositivi tecnologici ed entro fine anno la rete territoriale del progetto regionale “118Volte digitale”, con un investimento di 1,2 milioni di euro, sarà pienamente operativa. “Il governo Musumeci – ha detto l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza – sta portando a compimento un progetto complesso, che ha richiesto una lunga gestazione, ma che consentirà al Servizio di urgenza emergenza sanitaria di modernizzarsi e gestire con maggiore rapidità le chiamate di soccorso. La digitalizzazione del 118 – ha concluso Razza – rappresenta un atteso traguardo per tutto il sistema sanitario regionale che permetterà di operare secondo standard professionali e organizzativi elevati”.

Il progetto prevede la fornitura di 300 tablet, con relativo software Sisto (Sistema informativo sanitario territoriale operativo) della Xenia Gestione documentale srl e contratto di manutenzione, per tutte le équipe in servizio sui mezzi del 118, collegati alle quattro centrali operative della Regione (Palermo, Caltanissetta, Catania e Messina), una piattaforma di gestione delle risorse umane, che permette anche la firma del personale, e, a regime, un’altra piattaforma per la raccolta della disponibilità dei posti letto nelle strutture ospedaliere.