Castellammare del Golfo continua a far parlare di sè per le due bellezze e ricchezze sul piano paesaggistico e che quindi mettono in evidenza il suo enorme patrimonio turistico. La cittadina marinara tornerà ad essere protagonista in giro in Italia e nel mondo, come lo è stata nel recente passato. Castellammare sarà una delle attrattive il a partire da oggi a Roma nella storica sede delle Terme di Diocleziano dove sarà di scena una delle giornate dell’evento internazionale dal titolo “Borghi-Viaggio Italiano”: un progetto interregionale, coordinato dalla Regione Emilia Romagna e finanziato dal Mibact, il ministero dei Beni culturali, che ha l’obiettivo di valorizzare mille borghi e località legate a personaggi della storia e cultura italiana. E che adesso si concretizza anche in una mostra-evento “Ai confini della meraviglia”. Ad accogliere i visitatori sarà un percorso espositivo ed esperienziale, che permetterà di immergersi nella meraviglia dell’Italia più autentica: previsto un vero e proprio “Villaggio dei borghi”, articolato con una piazza e vari spazi circostanti, in cui anche Castellammare del Golfo presenterò la propria attività e l’offerta turistica. Tante le iniziative e le animazioni previste, oltre a convegni e  spettacoli. Nello specifico la cittadina castellammarese porterà le più belle testimonianze di folclore, artigianato tipico, storia dei borghi del territorio. Neanche a dirlo in evidenza ci sarà il borgo di Scopello ed in particolare con la sua Tonnara. Nello scenario meraviglioso della Riserva Naturale dello Zingaro si affaccia questa caletta, circondata dalle rocce e dall’antico complesso su un mare verde-blu intenso. Non si tratta di una vera e propria spiaggia, di sabbia o sassi. Nella caletta della Tonnara di Scopello, infatti, troviamo le terrazze e lo scivolo a mare in cemento dell’antica tonnara. In quello che era un luogo di lavoro e non di turismo. Il complesso della Tonnara di Scopello risale al XIII secolo ed è stato successivamente ampliato nei secoli XV e XVI. La tonnara per lungo tempo è stata fondamentale per l’economia del paese, è rimasta attiva fino alla seconda metà del XX secolo. Sopra la spiaggia, sulla sommità del costone roccioso, svettano due torri. Di una, risalente al XIII secolo, e appartenente al complesso della tonnara, rimangono solo le rovine, mentre l’altra, del XV secolo, è ancora integra e non è una pertinenza della tonnara. Conosciuta come Torre di Scopello, fu progettata dall’ingegnere fiorentino Camillo Camilliani e può essere affittata per un soggiorno turistico. All’interno si trovano due camere con quattro posti letto e tutti i comfort necessari. Il progetto “Borghi viaggio italiano” parte proprio con l’idea che il sistema dei piccoli borghi storici italiani, veri e proprie eccellenze del territorio, abbia un potenziale enorme in buona parte ancora da esplorare.

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP