Violette Impellizzeri, la scienziata che scruta l’universo: reportage su la “Repubblica”

violetteUn motivo d’orgoglio, l’ennesimo, che dà a tutti gli alcamesi e non solo, Violette Impellizzeri, scienziata che vive e lavora nel deserto di Atacama in Cile. Violette, astronoma, ancora una volta alla ribalta della cronaca: quella positiva che dà tante soddisfazioni. Stamane, infatti, la “Repubblica” dedica due pagine di un reportage dal titolo “Nell’occhio che scruta l’universo”, tra le montagne e i vulcani del deserto di Atacama alla scoperta di Alma, il più grande radiotelescopio terrestre. Qui in Cile, nuova capitale mondiale dell’osservatorio di astronomia, il suo è un compito non più impossibile: spiegare la storia dello spazio”. Una scommessa vinta anche grazie all’Italia ed ai nostri  scienziati dove Violette occupa un ruolo molto importante. Nel reportage di Antonello Guerra il racconto di quanto si fatica, si studia, si osserva e avviene partendo da una base collocata a 5 mila metri di altitudine. “Dal deserto potremmo conoscere tutta la genesi del mondo sin dalla sua origine” dice l’astronomo Massimo Terenghi al capo di Alma dal 2003 al 2008. Nell’articolo vengono riportate dichiarazioni di Violette la quale afferma: “Che la settimana scorsa siamo riusciti a misurare ad altissima precisione questo buco nero super massiccio”. Ma prosegue – Violette – (definita dal giornalista, solare astronoma siciliana di 38 anni partita da Alcamo), “forse la scoperta più sensazionale l’abbiamo fatta un anno fa: è l’immagine di un disco della stella HL TAU, che indica la formazione di un pianeta”. E poi tante altre notizie scorrendo l’articolo. Violette Impellizzeri, alcuni mesi fa su iniziativa dell’università delle Terza età di Alcamo e in collaborazione con l’Istituto tecnico, rispose durante un collegamento audio-video con la base cilena dove lavora, alle domande di studenti e di persone presenti, spiegando in modo semplice argomenti complessi. Oggi grazie a tecnologie sempre più sofisticate si scoprono piccolissimi segreti dell’Universo che negli anni formeranno un puzzle per cercare di capire da dove veniamo, dove andiamo e se esiste vita su uno dei tanti miliardi di pianeti. La strada comunque è molto lunga. Ma grazie alle rinunce, ai sacrifici, alla pazienza e allo studio di persone come Violette che ogni giorno ci alluminiano di nuove conoscenze.