Villa al mare su sito di annunci, solita truffa. Denunciati due alcamesi

Villa lussuosa ma inesistente, proprietari fasulli, annunci pubblicati con profili falsi ma denaro veramente incassato. I carabinieri della stazione di Castellammare del Golfo, a conclusione di una complessa attività investigativa, hanno scoperto l’ennesima truffa denunciando due alcamesi, uno di origini marocchine e l’altro di origine romena, e un palermitano. Ai tre denunciati a piede libero vengono contestati  i reati di truffa e sostituzione di persona.

La truffa, avviata su scala nazionale, aveva le solite caratteristiche che ruotavano attorno alla pubblicazione di annunci, con profili fake, sul sito www.subito.it, che offrivano la possibilità di affittare una villa di pregio alla spiaggia Playa di Castellammare del Golfo. Decine le vittime attratte dalla bellezza dei luoghi e dalla “vista mare” della villa inesistente che, per ottenere l’affitto di periodi di breve durata, dovevano versare il 40% del totale tramite bonifico bancario: caparre confirmatorie sempre superiori ai 500 euro.

Una volta incassati i soldi, i due alcamesi i il palermitano si rendevano irreperibili sia telefonicamente che attraverso altri canali comunicativi. I vacanzieri raggirati, una volta giunti sul posto e accertato che la villa non esisteva, non potevano poi fare altro che recarsi dai carabinieri per presentare denuncia.

I militari della stazione di Castellammare del Golfo, sotto la guida del capitano della compagni di Alcamo, Giulio Pisani, hanno avviato le indagini basate soprattutto sull’attenta analisi dei tabulati telefonici e dei flussi bancari dei pagamenti riuscendo, in questa maniera, a risalire ai responsabili della truffa.

L’impegno dei militi dell’Arma è andato anche oltre alla denuncia dei tre truffatori. Infatti si sono anche dati da fare per fornire assistenza ai turisti truffati, aiutandoli a trovare delle soluzioni alloggiative alternative. Le vittime hanno potuto così trascorrere serenamente il resto della vacanza.