Velocità media dei treni in Sicilia di 26 KM/H. Trapani-Palermo fra le tratte più lente

0
454

In Sicilia i treni vanno alla stessa velocità di un uomo in bicicletta appena 26 chilometri all’ora. E fra le tratte più a passo di lumaca ci sono quelle del ragusano ma anche, purtroppo, la Palermo – Trapani. Il calcolo è stato fatto dall’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani, un ente diretto da Carlo Cottarelli che ha firmato uno studio sullo stato in cui si trovano le ferrovie siciliane. Secondo l’Osservatorio, parlando del ponte sullo Stretto, “per lo sviluppo di un’area, anche la rete di trasporti locali è però importante, e lo stato della rete ferroviaria locale in Sicilia è molto debole”. Il rapporto parla proprio della manutenzione della Palermo-Trapani, in particolare della cosiddetta via Milo, interrotta dal 2013 per una frana, che obbliga ancora qualsiasi collegamento a procedere passando per Castelvetrano, raddoppiando le distanze da percorrere in treno. La rete ferroviaria siciliana rappresenta, con i suoi 1.370 km di ferrovia, l’8 per cento della rete nazionale. È classificata nella sua interezza come “complementare”, ossia a traffico ridotto, di collegamento fra i bacini regionali e le direttrici principali. Di questi 1.370 chilometri, soltanto la miseria del 16 per cento è a doppio binario, contro il 46 per cento della rete nazionale. Riguardo al tipo di alimentazione, il 42 per cento delle tratte regionali è alimentato a diesel, contro il 28 per cento delle tratte nazionali.

Di positivo c’è invece che treni siciliani sembrano essere in linea con quelli nazionali in termini di puntualità: nella media nazionale i treni regionali con un ritardo inferiore ai cinque minuti sono stati, nel 2022, il 94,4 percento. In Sicilia, secondo quanto riportato sul sito web della regione, nel 2023 il 95,5 per cento dei treni è stato puntuale. Per cercare di capire di più sulle ferrovie siciliane, e la velocità media dei treni, gli studiosi hanno considerato due fasce orarie di partenza, dalle 8:00 alle 9:00 e dalle 14:00 alle 15:00. Come regioni di confronto sono state utilizzate Piemonte (per il Nord) e la Toscana (per il Centro). In Sicilia i treni nella fascia mattutina hanno una velocità media di 26 chilometri orari contro 41 della Toscana e 42 del Piemonte. Tra le tratte con le velocità più lente, e quindi i tempi di viaggio più elevati, spiccano appunto i collegamenti da e verso Trapani, che richiedono un tempo di viaggio di un minimo di quattro ore, una durata enorme se si pensa che la distanza Palermo-Trapani è di soli 75 km. Altro esempio sono i collegamenti con Ragusa: un qualsiasi viaggio da o verso Ragusa richiede un tempo di percorrenza minimo di cinque ore, a eccezione della tratta con Siracusa, dove il viaggio dura due ore ma che copre una distanza di appena 52 km.