Vaccini in parrocchia, domani, per 1.400 fedeli. Basso riscontro in provincia

Da 3.600 vaccinazioni potenziali a circa 1.400. Ammontano a tante, infatti, le prenotazioni dei fedeli della provincia, per i territori delle diocesi di Trapani e di Mazara del Vallo, per vaccinarsi, domani, sabato santo, nelle parrocchie. L’appello lanciato dalla Chiesa, dopo l’accordo raggiuto fra assessorato regionale alla salute e conferenza episcopale siciliana, non ha sortito grandi risultati, forse anche per il timore che la gente ha verso il vaccino AstraZeneca. Le somministrazioni nelle parrocchie, infatti, avverranno domani proprio con questo farmaco. In tutto, quindi, quasi mille i fedeli della Diocesi di Trapani e poco più di 400 in quella di Mazara del Vallo che domattina riceveranno la prima dose di vaccino.

Le parrocchie, da 36 sono scese a 14, per gli accorpamenti resisi necessari alla luce del mancato raggiungimento, in molte chiese, del numero minimo di 50 prenotazioni.  Il piano nelle due diocesi è stato quindi rielaborato, con l’accorpamento delle adesioni, in modo tale da non vanificare le richieste e l’impegno profuso da parroci e operatori pastorali.

I fedeli che hanno fatto richiesta dei vaccini potranno vaccinarsi in dieci parrocchie della diocesi trapanesi e in quattro di quella mazarese. Nel capoluogo trapanese nelle chiesi Sacro Cuore di Gesù, Santissimo Salvatore, Madonna di Fatima, San Paolo; ad Alcamo, soltanto in due delle cinque parrocchie che avevano dato la loro disponibilità, i sanitari saranno all’opera presso la casa salesiana delle Anime Sante e al Gesù Cristo Redentore di via Kennedy. Postazioni anche alla parrocchia di San Giuseppe di Castellammare del Golfo e di Maria Santissima Consolatrice a Calatafimi. Centri vaccinali parrocchiali saranno in funzione, domattina, pure presso la Santa Famiglia di Crocevie (frazione di Valderice) e nella chiesa di Maria Santissima di Custonaci.