Vaccini, al via per i disabili gravissimi in Sicilia

Close up view of the hands of a woman pushing a disabled man in a wheelchair along a rural street in the sunshine

Al via da oggi la campagna vaccinale per 11 mila disabili gravissimi siciliani. L’assessore Razza ha firmato un provvedimento che dà il via libera ai manager delle Asp siciliane di contattare i disabili destinatari di assegno di cura mensile. Il loro turno – stando al decreto ministeriale – dovrebbe arrivare in fase dopo, dopo gli over 80, ma la Regione ha deciso di anticipare sulla scia di quanto sta avvenendo in Lazio, Emilia Romagna e Abruzzo. I disabili gravissimi siciliani saranno vaccinati contemporaneamente agli over 80 con il vaccino di Moderna.

Le Asp hanno già la lista dei destinatari degli assegni regionali, circa undicimila. Saranno le singole aziende sanitarie a contattare chi ne ha diritto per l’appuntamento a domicilio, senza necessità di prenotarsi tramite piattaforma di Poste come avviene per ultraottantenni e docenti. Dopo la notizia che la Regione ha chiesto l’elenco dei 28 mila avvocati siciliani under 65 per pianificare la vaccinazione di questa categoria, le richieste dei disabili si era fatte insistenti. Ieri il comitato “Siamo handicappati, no cretini” aveva criticato duramente il piano vaccinale anti-Covid della Sicilia, definendolo “indegno e lesivo della nostra dignità”. “Tutti vaccinati tranne noi”, hanno attaccato i responsabili del comitato che si batte per la dignità delle persone con disabilità.