Un solo italiano in ‘Coppa d’Africa’, è un partinicese. Daniele Caleca preparatore del Gambia

Era stato anche nell’Alcamo, come preparatore atletico nello staff di Cristian Ciaramella che giocò i play-off del campionato di Eccellenza mancando poi la promozione in serie D. Poi assieme al tecnico Boscaglia e a tanti ex calciatori bianconeri sandò al Trapani, in quella squadra che diede vita ad una magnifica scalata. Il partinicese Daniele Caleca, 34 anni, è stato adesso uno degli artefici della storica qualificazione del Gambia alla Coppa d’Africa che prenderà il via il 9 gennaio.

Caleca, dopo Alcamo, Trapani e Sicula Leonzio, ha girato il mondo firmando un’escalation davvero importante. Già in Africa (Libia, Algeria e Botswana) ma vero salto di qualità firmato a Malta. Sull’isola, mentre curava la preparazione atletica del Floriana, incontrò Tom Saintfiet che all’epoca era il CT della nazionale maltese. Quando l’allenatore belga approdò alla guida del Gambia chiamò Caleca per curare muscoli e fiato dei suoi giocatori.

La nazionale gambiana, con il partinicese Caleca al seguito, si sta allenando in questi giorni a Doha, in Qatar, dove rimarrà fino al 5 gennaio. Poi rientrerà in Gambia per ricevere la bandiera dal presidente della repubblica e dirigersi in Camerun per la Coppa d’Africa. In squadra anche Barrow del Bologna e Jurwara del Crotone, poi tanti altri che giocano nelle serie minori e anche in Belgio, Francia, Svizzera e Germania. Un trofeo continentale in cui si uniranno quindi metodi, lingue e tradizioni di mezzo mondo.

In questo scenario cosmopolita anche Partinico e il suo Daniele Caleca che, come preparatore fisico, ha lasciato un ottimo ricordo nella sua breve esperienza all’Alcamo in cui firmò, curando i muscoli dei calciatori, una delle ultime belle stagioni.