Un arresto per spaccio a Carini

    Già da qualche tempo era stato notato aggirarsi per il paese con auto e moto di grossa cilindrata, ostentando un tenore di vita fuori dalla sua portata.

    Sono nati così i sospetti dei carabinieri sul possibile coinvolgimento di un giovane disoccupato carinese di 28 anni, con vari precedenti penali, in qualche losco giro di affari.

    L’operazione è scattata casualmente, in seguito ad un controllo effettuato da militari in borghese all’interno di un negozio di elettrodomestici, dove il giovane era intento nell’acquisto di diverse e costose apparecchiature elettroniche.

    I Carabinieri, insospettiti dall’acquisto, essendo il giovane notoriamente disoccupato e non in grado di far fronte a un tale impegno economico, hanno deciso effettuare una verifica, procedendo alla perquisizione domiciliare.

    All’interno dell’abitazione, sono stati rinvenuti, oltre ad una serie di documenti falsi, ben 15 dosi di droga, verosimilmente marijuana, del peso complessivo di circa 30 grammi, un sacchetto contenente semi e residui della stessa sostanza, una bilancia elettronica, e materiale vario, destinato alla pesatura e confezionamento degli stupefacenti.

    I militari hanno così proceduto all’arresto in flagranza di reato di Alessandro Matranga, per detenzione ai fini di spaccio della sostanza stupefacente, successivamente posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria presso l’Ucciardone di Palermo.