Turismo e alberghi ad Alcamo Marina, nasce il Resort la Battigia

Segnali del risveglio per uscire dall’incubo che dura da oltre un anno a causa della pandemia del covid 19 che ha inflitto un colpo, spesso mortale a tante attività. Ad Alcamo l’installazione di pedane davanti a qualche ristorante, mentre tanti titolari di locali puliscono tavoli e sedie per accogliere i clienti. I segnali di un risveglio che speriamo significhi il rilancio di tutte le attività ai cui titolari va manifestata la massima solidarietà e allo Stato la tempestività nel portare aiuti finanziari senza ulteriori perdite di tempo.

Ma attenzione occorre usare prudenza per scacciare il virus, che significa veleno, che ha condizionato comportamenti a livello globale. Evitare gli eccessi. Fare il vaccino importante per debellare i contagi. Nella Sicilia in giallo il turismo, dopo l’agricoltura la principale fonte di redito, prova a ripartire on gli alberghi che si aprono. Porti e aeroporti si preparano ad accogliere gli stranieri, grandi assenti in un 2020 da dimenticare. La stagione estiva fa ben sperare. Negli aeroporti di Palermo e Catania tra giugno e settembre sono attesi quasi 6 milioni di passeggeri.

Lo scorso anno sono stati la metà. Nei principali porti siciliani attraccheranno 300 navi da crociera. Lo scorso anno sono state 64. Negli ultimi quindici giorni le prenotazioni sono cresciute del 43 per cento. Riaprono gli hotel di lusso mentre a Palermo ai primi di luglio sarà inaugurata al porto la nuova stazione marittima. Tutto si sta rimettendo lentamente in moto e per quanto riguarda le strutture ricettive l’obiettivo è un’occupazione di posti letto dell’80 per cento nel mese di agosto e del 70 per cento in autunno.

C’è tanta voglia di riprenderci il mal tolto e tornare alla normalità ma ognuno di noi deve fare la sua parte e soprattutto i giovani debbono agire con maggiore responsabilità. Intanto iniziano a piovere le richieste anche per alberghi della nostra zona. La Battigia di Alcamo Marina, ultradecennale punto di riferimento “ per i turisti,  fino al 15 giugno abbiamo avuto richieste – dice Giuseppe Tagliavia – direttore della Battigia a livello regionale. Per luglio e agosto già prenotazioni dall’Italia e dall’estero, soprattutto dalla Germania”.

Ma presto un altro nuovo grande albergo aprirà i battenti. Si chiamerà “Resort la Battigia” ed è in fase di ultimazione nell’area dell’ex Petrolgas. Già da agosto l’albergo potrebbe aprire i battenti se le autorizzazioni saranno tempestive e puntuali. Noi ci auguriamo che lo siano perché ciò significa rispettare le iniziative di imprenditori coraggiosi. E le Istituzioni debbono fare la loro parte senza se e senza ma.  Il “Resort la Battigia” ha  46 camere con 130 posti letto.  L’apertura significa incrementare il turismo, dare posti di lavoro anche all’indotto.