Tratta ferroviaria Trapani-Milo, impegno della Regione per finanziamento

0
446

“L’incontro a Roma tra i rappresentanti dell’assessorato alle Infrastrutture e i delegati di RFI è stato positivo, presto la tratta ferroviaria Trapani-Milo sarà realtà”. Ad annunciarlo Baldo Gucciardi, presidente del gruppo Pd all’Ars, a proposito della riunione che si è tenuta nella Capitale sulla spinosa vicenda. “La Regione Siciliana – spiega – ha assunto l’impegno di individuare il percorso che porterà a reperire le risorse necessarie a realizzare l’infrastruttura, Rete Ferroviaria Italiana ha assicurato di realizzare il progetto. Naturalmente – prosegue Gucciardi – continueremo a seguire la vicenda passo passo, ma possiamo dire di aver già raggiunto un primo importante risultato: dopo mesi di impegno e sollecitazioni, prende forma un altro obiettivo fondamentale per creare mobilità e quindi sviluppo economico, sociale e turistico per il nostro territorio”. Soddisfazione è stata espressa anche dalla senatrice trapanese Pamela Orrù, che già all’indomani della dismissione della tratta Palermo-Trapani (e che passa anche per Alcamo), interrotta da un cedimento strutturale del terreno nel febbraio 2013 e mai riattivata, è stata tra coloro che hanno più volte richiamato l’attenzione del Governo e degli interlocutori nazionali e regionali sulla questione, sollecitando il ripristino del collegamento con interrogazioni presentate al Senato, emendamenti e ordini del giorno, oltre che attraverso incontri promossi nelle sedi ministeriali e regionali e, di recente, nel corso di un colloquio con il ministro Delrio, che ha mostrato particolare attenzione in merito ai problemi infrastrutturali del territorio siciliano. “Auspico – ha concluso la parlamentare del Pd – che la volontà espressa oggi da RFI di contribuire fattivamente, laddove tutti i livelli di competenza coinvolti faranno la loro parte, potrà portare presto i frutti sperati e finalmente si possa giungere alla positiva conclusione della vicenda ed anche all’implementazione delle infrastrutture locali ed al tanto atteso miglioramento del sistema dei trasporti del mio territorio”.