Trapani-Torna “Cùscusu”, terza edizione

LAboratori3Una iniziativa arrivata alla sua terza edizione, un viaggio sensoriale attraverso sapori, incontri e degustazioni alla ricerca dell’identità culinaria del Cuscusu Casina delle Palmeterritorio. Si svolgerà dal 16 al 19 giugno “Cùscusu”, la manifestazione gastronomica dedicata all’autenticità e alla qualità della cucina trapanese, realizzata Laboratorio Cuscusudall’associazione culturale Trapaniwelcome, con il coinvolgimento di operatori turistici, enti, produttori, associazioni, ma anche ristoratori, chef e pasticceri, attivi nei territori di Trapani, Erice, Paceco e Favignana. Fra gli eventi in programma: incontri, laboratori di cucina e wine tasting che si svolgeranno in alcune delle più belle location della città. Ogni sera si terranno cooking show e degustazioni di cous cous, rigorosamente alla trapanese, e di altri piatti tipici presso la Casina delle Palme, in pieno centro storico. Non mancheranno itinerari e visite guidate nei luoghi più significativi di Trapani e provincia e momenti di svago e intrattenimento. All’interno della kermesse anche “La Via del Sale in Bicicletta” organizzata dalla FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta): una passeggiata da Trapani al Museo del Sale di Nubia lungo la ciclabile che costeggia la Riserva Naturale delle Saline di Trapani e Paceco. E poi le escursioni organizzate in alcuni dei luoghi più belli della Sicilia occidentale come il borgo medievale di Erice o la visita alle cantine storiche. Turisti e visitatori avranno l’opportunità di creare la propria esperienza “su misura”, scegliendo fra le numerose proposte a disposizione. Tante le strutture ricettive aderenti, fra alberghi, case vacanza, b&b e residence che accoglieranno gli ospiti con offerte speciali, come i 3×2 (un pernottamento gratuito su tre). È il cous cous il piatto-simbolo di questa manifestazione, emblema di una cucina colorata, barocca, saporita e appassionata come quella trapanese, che racchiude l’idea di convivialità, tradizione familiare, storia e valorizzazione delle specialità locali. E sarà infatti il protagonista dell’evento che consentirà di degustare pietanze, anche dolci, che conservano importanti elementi della tradizione locale, tramandati di generazione in generazione: un patrimonio da salvaguardare e proteggere.