Trapani: l’Ustica lines sospende i collegamenti

0
580

Si è concluso con un nulla di fatto l’incontro di ieri presso la Regione Siciliana, al quale hanno preso parte l’Assessore Pizzo, il Direttore Bellomo, la dottoressa Piazza, i rappresentanti dell’Ustica Lines ed i Sindacati. la Regione Siciliana, sconfessando se stessa, ha infatti disconosciuto, secondo la società marittima,  quello che era stato ipotizzato come un percorso attuabile durante la precedente riunione e cioè il pagamento dell’85 per cento di quanto dovuto alla Società pari a quanto dalla stessa Regione ritenuto congruo, rinviando l’eventuale saldo ad un contraddittorio tra le parti. Invece la Regione ha confermato di non volere firmare i contratti  e pretenderebbe che la Società prosegua regolarmente i servizi pagandoli come mero rimborso.

Per la Ustica Lines quello della Regione è Un atteggiamento inaccettabile in quanto ha affermato di avere avviato “valutazioni” a partire dal luglio 2014, comunicando l’avvio del procedimento alla Società solo il 30 marzo scorso  e ribadendo ancora oggi di stare svolgendo ulteriori valutazioni.

l’Ustica Lines ad oggi lamenta di non essere stata ancora portata a conoscenza di quali siano le valutazioni che la Regione starebbe facendo da oltre dieci mesi  e che, per ammissione della Regione stessa, la documentazione a supporto di quelle valutazioni farebbe riferimento ad una nuova gara e non al bando già aggiudicato all’Ustica Lines.

Intanto è attesa per oggi la consegna dei documenti da parte della Regione alla società marittima.

Quindi, Dinanzi a tale inaccettabile atteggiamento della Regione, la Società Ustica Lines conferma la sospensione dei collegamenti con le Isole minori a partire da domani.

Sulla questione la deputata Cinquestelle Valentina Palmeri, ha presentato un interrogazione urgente all’Ars con la quale richiede un intervento immediato del governo regionale, prima che vengano provocati danni incalcolabili “La sospensione dei collegamenti marittimi con le isole minori, – afferma la deputata all’Ars M5S Valentina Palmeri, prima firmataria dell’atto parlamentare –  causerebbe enormi danni economici sia agli abitanti delle Isole sia ai lavoratori della Ustica Lines, per i quali è stato già annunciato il licenziamento”.

Mentre Il sindaco delle Isole Egadi, Giuseppe Pagoto, unitamente ai sindaci di Lipari, Marco Giorgianni, di Leni, Riccardo Gullo e agli altri rappresentanti istituzionali dei territori interessati ha chiesto un incontro urgente con il Presidente della Regione Crocetta e con l’Assessore Giovanni Pizzo, e, assieme agli stessi primi cittadini si dichiara pronto a far seguire ogni utile iniziativa a sostegno delle Isole e di chi vi abita.

Intanto “l’annunciato fermo della Ustica Lines rischia di metter in ginocchio gli stessi abitanti delle isole del Trapanese e del Messinese, nonché le famiglie dei quattrocento dipendenti che potrebbero trovarsi, da un giorno all’altro, a casa”.