Trapani, le iniziative per la “Giornata Mondiale del Rifugiato”

Inizieranno nel pomeriggio di domani, sabato 20 giugno, le iniziative organizzate dalla cooperativa sociale Badia Grande, in programma per la “Giornata Mondiale del Rifugiato 2015”. Centrale nelle attività realizzate è stato il supporto delle associazioni quali Saman, Ente Luglio Musicale, Trapani Welcome, Lions Club, Aics Trapani, Accademia Origami, Trapani Eventi, Asi Sicilia, Polisportiva Misericordia, Fiab Trapani. Proprio quest’ultima, nell’ambito della manifestazione, ha organizzato una Passeggiata in Bicicletta insieme ai migranti da Bonagia a Torre Ligny, con partenza alle ore 10:00. Una pedalata per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle condizioni di oltre 50 mln di persone nel mondo costrette a fuggire per guerre, discriminazioni e violazioni dei diritti umani. L’emergenza immigrati è un fenomeno che Trapani ha saputo finora gestire e non subire, nonostante le grandi difficoltà, grazie al lavoro svolto da alcune realtà operative, fra le quali la cooperativa Badia Grande che dal 2007, attraverso la gestione di centri di accoglienza e ospitalità per migranti e la realizzazione di numerosi progetti, ha rappresentato un esempio virtuoso, raggiungendo obiettivi di integrazione fra extracomunitari e cittadini. In occasione della ricorrenza mondiale, voluta nel 2000 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, sarà presentata una sintesi delle attività svolte. Alle 17, 30 a Palazzo Cavarretta, a Trapani si terrà il convegno che ripropone il tema nazionale della giornata: “Io so(g)no in Italia. Percorsi di vita… oltre l’Accoglienza”, e che vedrà l’intervento di esperti e operatori sulle attività di gestione dei progetti avviati in collaborazione con gli enti locali, le istituzioni e la Cri. Fra gli altri, interverranno: il prefetto di Trapani, Leopoldo Falco, e il presidente dell’Istituto Internazionale di cultura Kurda, Soran Ahmad. Gli interventi andranno ad analizzare il tema raccontando le esperienze che vanno dall’accoglienza all’integrazione, per la quale entrano in gioco anche questioni sanitarie, sociali e lavorative che richiedono l’intervento di figure professionali specializzate. Il convegno terminerà con l’esibizione dell’associazione Tammurinari Trinacria Trapani che insieme a un gruppo di migranti attraverserà le vie della città per raggiungere la Casina delle Palme, dove proseguiranno gli eventi. A partire dalle 21:00 si terrà uno spettacolo cha vedrà tra i protagonisti anche gli ospiti dei centri Sprar e della cooperativa Badia Grande che si esibiranno in singolari performance artistiche per raccontare la loro complessa esperienza di vita.