Trapani-Film Maria Maddalena, anche migranti tra le comparse

0
397

 

Ci sono anche alcuni beneficiari del progetto SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) di Marsala gestito dal Consorzio Solidalia, fra le comparse del film internazionale “Mary Magdalene”, le cui riprese si stanno effettuando in questi giorni nella provincia di Trapani. Tre beneficiari e un mediatore culturale sono stati infatti selezionati dalla troupe della Lotus production, la società che sta realizzando in Italia la produzione esecutiva della pellicola che ripercorre la vita di Maria Maddalena ed è, quindi, ambientata al tempo di Gesù Cristo, nel periodo che lo vede accompagnato dai suoi apostoli. Il film, diretto dall’australiano Garth Davis, rievoca le atmosfere e gli eventi narrati nei vangeli attraverso una ricostruzione accurata degli ambienti in alcuni dei luoghi più suggestivi del trapanese, tra cui la riserva di Monte Cofano, la Tonnara del Secco, Erice, la riserva dello Zingaro e la spiaggia di San Vito Lo Capo. Durante questo mese gli immigrati, che erano stati contattati e selezionati dal personale della produzione cinematografica ad agosto, sono andati diverse volte a registrare le scene nella spiaggia di Makari e ad Alcamo. “Un’importante occasione di integrazione – fanno sapere dal Consorzio Solidalia – che ha permesso ai migranti di cimentarsi in un’esperienza lavorativa nuova. I giovani beneficiari hanno partecipato con entusiasmo e dedizione, impegnandosi al massimo e lavorando la notte e alle prime luci dell’alba grazie all’importante supporto degli operatori dei centri Sprar”foto-set-migranti3.

foto-set-migranti2