Trapani, “24 ore con il Signore”: momenti di preghiera in tutta la diocesi

«Dinanzi alle ingiustizie ci scopriamo impotenti a contrastare il male e siamo tentati di rimanere indifferenti. Vogliamo rispondere con la testimonianza della vita, i gesti della carità e la forza della preghiera. Affidiamo nella preghiera e nella “catena spirituale” i bisogni del nostro popolo e della nostra realtà ecclesiale e sociale».

Il vescovo Pietro Maria Fragnelli lancia l’appello a tutta la comunità diocesana ad accogliere in modo forte l’appello di papa Francesco e a vivere anche quest’anno l’esperienza di “24ore con il Signore”: un’intera giornata in cui si aprono le porte delle chiese per proporre a tutti un tempo e uno spazio di raccoglimento interiore in cui “raccogliere” appunto le esigenze più profonde del cuore invitando a vivere l’esperienza della riconciliazione e la disponibilità all’ascolto dei sacerdoti.

“24ore con il Signore” si aprirà domani alle ore 21:00 presso il santuario di Maria SS. della Misericordia a Valderice. Sabato alle ore 18.00 il vescovo presiederà l’Eucarestia a Calatafimi Segestanella chiesa di San Michele.

Celebrazioni e iniziative di preghiera si terranno, nell’arco delle 24 ore, in tutti i paesi della diocesi.In particolare, domani a Castellammare del Golfo, alle ore 18:00, nella parrocchia Sant’Antonio di Padova si celebrerà la messa, a cui seguiranno l’adorazione eucaristica e le confessioni fino a mezzanotte, per poi riprendere l’indomani mattina dalle 9:00 alle 12:00. Sabato 14 ad Alcamo alle ore 21:00 nella parrocchia S. Oliva si svolgerà la liturgia penitenziale. Anche qui si procederà con l’adorazione eucaristica e le confessioni fino a mezzanotte.

La liturgia di chiusura si terrà a Trapani, nel centro storico, presso la chiesa del Collegio con inizio alle ore 21.00. Seguirà una serata di preghiera ed evangelizzazione fino a notte inoltrata animata dai giovani del progetto “Giona”.