Targa Florio, 180 auto storiche per le strade siciliane. Anche da Borgetto e Partinico

0
115

Tornano a rombare i motori grazie alla Targa Florio classica in programma nelle strade siciliane dal 13 al 16 ottobre prossimi, Quasi 180 le auto storiche che sfrecceranno per le strade siciliane a cui si aggiungono 60 esemplari esclusivi del “Ferrari tribute to Targa Florio”, che saranno esposte all’interno della Cittadella universitaria di viale delle Scienze, nel piazzale del dipartimento di Ingegneria, di Palermo.  Ad arricchire il menù si inserisce anche l’agonismo: la classifica assoluta, infatti, sarà decisa proprio dalla tappa siciliana e quindi occhi puntati anche sui campobellesi freschi vincitori del Gran Premio Nuvolari, Giovanni Moceri e Valeria Dicembre alla guida della Lancia Ardea del 1941. Partenza fissata per la mattina del 14 ottobre (ore 8,30) da Unipa, partner dell’evento, che offre come quartier generale il Museo dei motori e dei meccanismi del Dipartimento di ingegneria di Palermo.  Il terzo e ultimo percorso toccherà: Altofonte, Borgetto, Partinico, Terrasini, Cinisi, Isola delle Femmine. L’Aci da poco ha comprato il marchio Targa Florio che rimarrà a Palermo. La targa ha segnato un’epopea di grande successo della terra di Sicilia, che ha nel tempo avuto l’onore di vedere gareggiare i più grandi nomi internazionali dell’automobilismo competitivo. Pronto un finanziamento del progetto per la riqualificazione delle tribune di Floriopoli. I 180 equipaggi provengono da tre continenti.