Tamponi rapidi, Balestrate tra i 200 comuni scelti dalla Regione Sicilia

Tamponi rapidi a tappeto per tutta la popolazione residente in Sicilia. Questa la campagna straordinaria di screening promossa dall’Assessorato della Salute della regione e in collaborazione con l’ANCI Sicilia. Duecento i comuni siciliani, coinvolti tra questi, anche Balestrate dove verranno effettuati i tamponi rapidi in modalità “drive – in”. Ad Alcamo, così come fa sapere il sindaco Domenico Surdi, si è ancora in attesa di sapere se il comune è stato scelto dalla Regione. La procedura già partita a Palermo a fine ottobre, presso la fiera del Mediterraneo, prevede la compilazione da parte degli utenti di un modulo di consenso già stampato, compilato e firmato. Dopo il tampone rapido si sosterà con la propria auto in attesa dell’esito. Se questo sarà positivo, verrà effettuato il tampone molecolare per stabile la positività effettiva. Nel caso in cui fosse negativo, verrà rilasciato un certificato che attesti la negatività. Caccia agli asintomatici quindi, aveva detto l’assessore alla salute della regione Ruggero Razza. La campagna dei tamponi a tappetto su tutta la popolazione siciliana, prevede proprio l’individuazione degli asintomatici affinché questi possano essere individuati e isolati prima che contagino altri soggetti. “Un metodo necessario – sottolinea, Leoluca Orlando, presidente di ANCI Sicilia – e a questo punto indispensabile, per far fronte ad un numero di contagi che rischia di essere del tutto fuori controllo, portando al collasso il sistema di tracciamento e forse l’intero sistema sanitario regionale”. Ma il contagio, si ferma anche grazie all’applicazione per cellulare IMMUNI, creata dal governo nazionale, per scoprire se si è entrati in contatto con una persona positiva. In Sicilia, solo il 12,5% ha scaricato l’app. In una pandemia mondiale come questa, il ruolo del singolo cittadino è importantissimo, sia per se stessi e la famiglia, ma anche e soprattutto per supportare il servizio sanitario nazionale contro il covid.