Strage di Alcamo Marina, 38 anni dopo

Commemorata stamattina nonostante il tempo inclemente il 38esimo della Strage di Alcamo Marina dove  nella notte del 27 gennaio del 1976 furono assassinati, all’interno del Posto Fisso dei Carabinieri, l’Appuntato Salvatore Falcetta e il Carabiniere Carmine Apuzzo. Dopo la messa alla Chiesa Stella Maris la posa delle corone da parte dell’Arma e del Comune alla presenza delle forze militari, delle autorità politiche e religiose  e del presidio di libera di Alcamo che da quando è stata istituita ha sempre presenziato alla cerimonia intitolando la propria sede proprio ai due Carabinieri.

Carabinieri in alta uniforme, la presenza dei Bersaglieri che hanno suonato il silenzio militare, Guardia di Finanza, uomini della Polizia di Stato, dell’esercito, della Polizia Municipale, dell’Aeronautica in forza e in congedo, con i familiari e gente comune hanno ascoltato il discorso del Sindaco Sebastiano Bonventre, pronunciato accanto al Colonnello Fernando Nazzaro davanti il monumento che ricorda l’eccidio.

Una vicenda che dopo esser stata drammatica nell’assassinio dei due carabinieri, diventò tragica e drammatica anche dopo nelle vicende processuali e d’inchiesta. Gli inquisiti arrestati dopo la strage sono passati da diverse sentenze di colpevolezza e di assoluzione fino alla revisione del processo che ha scagionato gli inquisiti. Ombre e luci su una vicenda che a distanza di 38 anni ancora è rimasta impressa nella memoria dei cittadini di Alcamo nonostante siano completamente cambiati i tempi, le atmosfere e anche la sensibilità nei confronti delle stragi dove uomini dello Stato sono caduti in difesa delle Istituzioni.

Made it to camp
Isabel Marant Sneaker Teach Yourself Fashion Pattern Making

A favorite feature for fans will likely be
woolrich jassenAny guidelines for buying a flattering skirt