Storica visita del Papa a Lampedusa

0
319

E’ il primo viaggio apostolico dall’inizio del Pontificato di Papa Francesco Primo quello a Lampedusa. Il Papa è arrivato stamattina con un Falcon 900 dell’Aeronautica militare dall’aeroporto militare di Ciampino. All’arrivo nelle Pelagie, è stato accolto dall’Arcivescovo di Agrigento, Francesco Montenegro, e dal sindaco Giusi Nicolini.
Francesco Primo ha lanciato nelle acque al largo dell’isola di una corona di fiori su una motovedetta della Guardia Costiera in memoria di quanti hanno perso la vita in mare durante le disperate e tragiche traversate dall’Africa. E’ stato salutato dal suono delle sirene delle imbarcazioni dei pescatori poi ha incontrato i migranti oltre che la comunità di Lampedusa e Linosa quindi la messa al campo sportivo. Evento storico giudicato da tutti, non solo siciliani. lampedusa è una terra d’approdo dalle tante contraddizioni. Approdo di immigrati dal’Africa con traversate che a volte finiscono in tragedie di cui nemmeno siviene a consocenza ma anche luogo di turisti Vip con ville e residenze in aperto contrasto con il problema dell’immigrazione.

“Noi siamo fuggiti dal nostro Paese per due motivi, politico e economico, per arrivare in questo luogo tranquillo abbiamo superato vari ostacoli, siamo stati rapiti da vari trafficanti. Per arrivare qui in Italia abbiamo sofferto tantissimo”. Così ha detto al Papa un giovane immigrato al quale ha anche consegnato una lettera.
“Ho sentito che dovevo venire qui oggi a pregare – ha detto Papa Francesco nell’omelia -, a compiere un gesto di vicinanza, ma anche a risvegliare le nostre coscienze perché ciò che è accaduto non si ripeta. Non si ripeta per favore. Vorrei dire una parola di sincera gratitudine e di incoraggiamento a voi, abitanti di Lampedusa e Linosa, alle associazioni, ai volontari e alle forze di sicurezza, che avete mostrato e mostrate attenzione a persone nel loro viaggio verso qualcosa di migliore”, ha detto il Papa durante la messa.
Nella messa a Lampedusa, papa Francesco ha rivolto un pensiero “ai cari immigrati musulmani che, oggi, stasera, stanno iniziando il digiuno di Ramadan”.
Sono stati circa diecimila le persone che assistono alla messa di papa Francesco. Lo riferisce la sala stampa vaticana.