“Stella al merito del Lavoro” a sei lavoratori della provincia di Trapani

    0
    490

    Anche quest’anno tra i 58 lavoratori in servizio o in quiescenza di aziende private e pubbliche della Sicilia, che a Palermo riceveranno l’onorificenza della “Stella al merito del Lavoro 2012” con il titolo di “Maestro del Lavoro”, conferita loro dal Presidente della Repubblica per singolari  meriti di perizia, laboriosità e  moralità, sei sono residenti nella nostra Provincia:

    Vita Amoroso di Erice(TP), dipendente Poste Italiane SpA, 32 anni di anzianità;

    Mario Bellini di Trapani, dipendente Enel Distribuzione SpA, 37 anni di anzianità;

    Antonio Brunetta di Salemi (TP), dipendente Telecom Italia SpA, 34 anni di anzianità;

    Giuseppe Danese di Trapani, dipendente Telecom Italia SpA, 36 anni di anzianità;

    Fedele Giacomazzo di Trapani, dipendente Telecom Italia SpA, 34 anni di anzianità;

    Pietro Urbano di Castellammare del Golfo (TP), dipendente Telecom Italia SpA, 36 anni di anzianità.

    La tradizionale solenne cerimonia ufficiale della consegna delle “Stelle”, organizzata dal Prefetto di Palermo,  avrà luogo al Politeama Garibaldi, il 1° maggio alle ore 10:00, alla presenza delle Autorità civili e militari, delle Associazioni di categoria e dei familiari dei neo decorati. Interverranno, oltre al Prefetto di Palermo, il Console Regionale Federmaestri di Sicilia, il Presidente dei Cavalieri del Lavoro del Gruppo Siciliano, i rappresentanti della Regione Siciliana, della Provincia di Palermo e del Comune Capoluogo di Regione, della Direzione Regionale del Lavoro e del Governo.

    I Consoli Provinciali di Sicilia della Federmaestri d’Italia accoglieranno i neo Maestri residenti nel proprio territorio.

    Il Console Provinciale di Trapani e Console Regionale di Sicilia della Federmaestri d’Italia, M.d.L. Vincenzo Farina,  si congratula con i neo Maestri del Lavoro e con i loro familiari e si compiace con le Aziende dalle quali provengono, essendo per esse buon motivo di prestigio.

    Annualmente possono essere insigniti del titolo di “Maestro del Lavoro”, a livello nazionale, mille lavoratori con almeno 25 anni di servizio ininterrotto, 50 anni di età e gli altri requisiti come sopra richiesti. Le domande vanno presentate dalle aziende, dalle organizzazioni sindacali e direttamente dai lavoratori interessati, entro il 31 ottobre di ogni anno, alle  Direzioni Regionali del Lavoro competenti per territorio, che ne curano l’istruttoria per il successivo esame e la selezione della Commissione regionale e di quella centrale presso il Ministero del Lavoro, che definisce le proposte da presentare al Capo dello Stato.