Stavano annegando, salvati dai carabinieri

    0
    409

    Nel pomeriggio di ieri due Carabinieri di Trapani hanno tratto in salvo due persone che, in mare al largo della località Rio Forgia di Lido Valderice , non riuscivano a tornare a riva a causa delle forti correnti marine.

    Erano le 17.30 circa quando una donna 46enne di Valderice, mentre faceva il bagno in mare al largo della località Rio Forgia di Lido Valderice, a causa delle forti correnti marine non riusciva a tornare a riva, cominciando ad annaspare nelle acque ed urlando aiuto.

    Un bagnante 41enne presente sulla spiaggia, originario di Erice, ma residente a Torino, udite le urla di aiuto della donna, si è tuffato in mare nel tentativo di prestarle soccorso, ma una volta raggiunta con un piccolo salvagente di fortuna, non è riuscito nell’intento, rimanendo anch’egli in balia delle correnti marine e chiedendo soccorso.

    Gli altri bagnanti presenti sulla spiaggia, che assistevano preoccupati alla scena, hanno allora contattato telefonicamente la Centrale Operativa dei Carabinieri di Trapani.

    La richiesta di soccorso è stata, quindi, girata all’autoradio in servizio di controllo del territorio, composta dal Vice Brigadiere Salvatore Pagliara e dall’Appuntato Scelto Fabio Gorlin.

    Considerato che nella spiaggia antistante lo specchio di mare dove i due malcapitati stavano per annegare, non vi erano imbarcazioni con cui poter raggiungere i due in mare, i due militari hanno raggiunto il vicino porto di Bonagia dove, contattato il custode delle imbarcazioni private lì ormeggiate, il Vice Brigadiere Pagliara saliva su un gommone privato, di proprietà di un altro Carabiniere in servizio alla Stazione di Valderice, raggiungendo a tutta velocità – assieme ad un agente della Polizia Penitenziaria che si trovava lì per caso a diporto – i due, ormai esausti ed in balia del mare, a circa 200 metri dalla costa.

    Una volta raggiunti, i due sono stati tratti in salvo ed aiutati a salire sul natante, ancora in preda al terrore per lo scampato pericolo, per poi essere trasportati al porto di Bonagia, dove il personale sanitario del 118 – nel frattempo sopraggiunto – li ha sottoposti agli accertamenti del caso e, una volta verificate le buone condizioni di salute e tranquillizzatisi, i due malcapitati hanno raggiunto i rispettivi familiari.

    Il Vice Brigadiere Salvatore Pagliara non è nuovo a gesta di questo tipo. Tre anni fa circa, infatti, assieme ad un collega, non esitò a tuffarsi nelle acque all’altezza del Molo Ronciglio di Trapani, salvando da morte certa un giovane trapanese che si era buttato in mare con intenti suicidi.

    Per quell’atto al militare fu conferito un Encomio Solenne da parte del Comandante Interregionale “Culqualber” dei Carabinieri.