Spot anti-incendi per Erice firmato da un quattordicenne. Storytelling d’impatto

0
212

Come ogni anno, seppur in anticipo rispetto ai precedenti anche per via dei cambiamenti climatici e della crisi idrica mondiale, il Comune di Erice, tramite l’ufficio comunale di Protezione civile, ha messo in moto la campagna antincendio per la salvaguardia dei boschi e della biodiversità della montagna, e per la tutela della sicurezza pubblica. Anche nel 2024 è stato realizzato uno spot per sensibilizzare la cittadinanza a mettere in atto tutti i comportamenti necessari e utili per contrastare il fenomeno degli incendi, ed ancora una volta, a realizzarlo, è stato Salvatore Russo, giovane ericino di 14 anni, con l’attore Mauro Spitaleri e i due piccoli interpreti Matteo Russo e Michele D’Angelo. Il video, grazie ad uno storytelling d’impatto, è un vero e proprio invito al rispetto dell’ambiente e alla tutela degli alberi. Due bambini giocano in compagnia di quello che potrebbe essere il loro nonno che si ferma ad innaffiare un albero. Il nonno spiega ai nipoti l’importanza di prendersi cura degli alberi che rappresentano «il respiro della terra». «Ci danno ossigeno e proteggono il nostro futuro», aggiunge. Le immagini proseguono con una passeggiata nella pineta di Erice Vetta mentre il “nonno”, pensieroso, riflette tra sé e sé sull’importanza degli alberi e sull’urgenza di proteggerli dagli incendi, così da garantire un futuro sostenibile. «Non bruciare il futuro, lui è nelle tue mani» è il messaggio finale, cui segue un invito a telefonare prontamente al 112 (Numero Unico di Emergenza) in caso di avvistamento di un incendio. Intanto il comune di Erice ha già diramato la consueta ordinanza che entrerà in vigore dal primo maggio e che sollecita la pulizia dei terreni da sterpaglie e vegetazione secca.  Le inosservanze saranno chiaramente sanzionate.