Calcio, Castellammare stagione da record. Domani arriva la ‘corazzata’ Pro Favara

0
271

Il Castellammare dei record rischia di rimanere con un pugno di mosche in mano. E tutto per colpa delle due corazzate, Nissa e Pro Favara, che con il loro vantaggio abissale sulle inseguitrici, faranno quasi certamente saltare i play-off del campionato di Eccellenza. La stagione della squadra di Peppe Mione è comunque da incorniciare. Mai come nel torneo in corso gli azzurri del Golfo sono riusciti ad incamerare 35 punti in venti giornate. Dieci vittorie, 5 pareggi e altrettante sconfitte.

Quattro posto in classifica a una sola lunghezza dal terzo ma a ben 17 dalla vice-capolista. Un divario ben aldilà dei dieci punti, il massimo consentito dai regolamenti per far disputare i play-off promozione. Il Castellammare è andato finora trenta volte in rete mentre la sua porta è stata perforata in sedici occasioni. Numeri importanti, questi, come quelli firmati dai boomer della squadra del Golfo, il gambiano Malik Bah vice capocannoniere del campionato con 9 centri e, con tre gol in meno, il diciannovenne Manuel Ganci.

Una stagione importante, quindi, che sancisce il record di punti, 35 in venti partite. Con questo biglietto da visita certamente invidiabile, l’undici di Peppe Mione si appresta a ricevere una delle due corazzate, la Pro Favara, squadra che due domeniche fa è riuscita a violare il terreno della capolista Nissa. Agrigentini che nelle cinque giornate del girone di ritorno hanno sempre vinto, castellammaresi che hanno fatto quasi altrettanto, quattro successi e un pareggio.

Un big-match, quindi, che si giocherà domani allo stadio ‘Giorgio Matranga’ di Castellammare del Golfo con inizio alle ore 15. Ad arbitrare è stato chiamato il toscano Federico Nanneli, della sezione di Valdarno, che domenica scorsa ha diretto Fiorentina- Roma nel campionato Allievi Nazionali Under 16. Domenica spazio invece ad un altro scontro d’alta classifica con la Nissa che riceverà il Mazara 46, l’ex Mazarese, che, saltata l’ipotesi Cavataio,  ripresenterà in panchina Giovanni Iacono al posto del dimissionario Domenicali.