Sospensione annullata, circo riprende spettacoli a San Vito Lo Capo. Rizzi aveva denunciato, come a Trapani nel 2019

Aveva allertato tutti e così il noto animalista Enrico Rizzi era riuscito a far arrivare al circo Sandra Orfei un elevato numero di forze dell’ordine, come se in quella carovana circense ci fossero pericolosi ‘terroristi’. Colui che, dopo tante cariche, si definisce adesso ‘influencer animalista’, si era poi auspicato che arrivassero altri accertamenti per il circo attendato in via Savoia a San Vito Lo Capo. Accertamenti che sono puntualmente arrivati e che non hanno arriso allo stesso Rizzi. Il circo Sandra Orfei, da oggi, può riprendere a lavorare e a fare spettacoli.
Il ‘Sandra Orfei’, dopo il massiccio blitz di lunedì sera, aveva subito la sospensione delle autorizzazioni da parte della questura di Trapani. Per due giorni, quindi, niente show e niente incassi, ma da oggi si ritorna alla normalità dopo che la direzione del complesso circense ha prodotto tuta la documentazione necessaria. Non è la prima volta che Enrico Rizzi punta il dito contro i circhi e, in particolar modo, contro il ‘Sandra Orfei’. Nel gennaio del 2019, con una serie di denunce ed esposti, aveva causato una lunga sequela di ispezione alla carovana attendata sul lungomare ‘Alighieri’ a Trapani. Poi, non contento, aveva anche denunciato sindaco e dirigente ASP perché avevano rilasciato le autorizzazioni.
Adesso un’altra battaglia, un altro attacco, che in un rimo momento sembravano riusciti. Il circo Sandra Orfei ha però dimostrato come la sua attività fosse assolutamente legale così come fosse corretto l’iter per ottenere le autorizzazioni. Da questa sera, dopo la revoca della sospensione da parte della questura, gli spettacoli potranno riprendere ad allietare residenti, villeggianti e turisti presenti nella ridente San Vito Lo Capo. La permanenza della carovana è prevista fino al 30 settembre ma potrebbe anche esserci una proroga.