Settantasei anni di carcere alla cosca di Alcamo

    Il tribunale di Trapani ha condannato a 76 anni di carcere cinque persone, accusate a vario titolo di mafia, estorsione aggravata e danneggiamento. Due gli assolti.

     

    Il processo riguardava la cosca mafiosa di Alcamo e nasce da un’indagine del 2009 coordinata dal pm della Dda di Palermo, Carlo Marzella. La pena più alta – 23 anni – è stata inflitta a Lorenzo Greco. Ventidue anni sono stati dati a. Felice Vallone, otto a Stefano Regina, undici a Filippo Di Maria, dodici a Diego Melodia. Assolti Gaetano Scarpulla e Antonino Pedone.