Servizio bagnini, sulle spiagge di Balestrate 4 postazioni

0
297

Il Comune di Balestrate ha affidato alla Società nazionale di salvamento, sezione di Alcamo-Castellammare, presieduta da Ezio Vesco, il servizio dei bagnini. La sezione di Alcamo-Castellammare ha dimostrato negli anni una grande professionalità per questo servizio sulle spiagge, che spesso, ha salvato vite umane. Sulle spiagge di Balestrate a partire dal 29 giugno e per 64 giorni consecutivi opereranno quattro postazioni dalle 9 alle 14 e dalle 14 alle 19 con due operatori per ogni sito, muniti di tutte le attrezzature per interventi in casi di emergenza. Dal 20 luglio al 20 agosto una postazione per consentire ai disabili di raggiungere il mare. La spesa prevista è di 32 mila euro. Balestrate è stato il Comune rivierasco più tempestivo per il servizio dei bagnini. Da domenica trenta giugno dovrebbe, invece, partire il servizio bagnini lungo i sei chilometri della spiaggia di Alcamo Marina. Per tale servizio il Comune ha impegnato la somma di 60 mila euro. Per il servizio di vigilanza e bagnini saranno installate 6 postazioni fisse giornaliere, per un totale di 64 giorni a decorrere dal 30 giugno, Il servizio avrà la durata di dieci ore al giorno dalle 9 alle 19. Già da diversi anni, il servizio di vigilanza e salvataggio ad Alcamo Marina è stato affidato alla società nazionale di salvamento di Alcamo.. Prevista la spesa di 3 mila e 500 euro la postazione con cinofile soltanto nei fine settimana di luglio e agosto e il 15 agosto. Saranno realizzate “anche tre passerelle di cui una in zona Petrolgas, una in zona Tonnara e una in zona Canalotto, allo scopo di agevolare e facilitare l’accesso al mare dei bagnanti disabili e le operazioni di soccorso nei momenti di emergenza, per consentire maggiore rapidità di intervento del personale sanitario. Nei giorni di sabato e domenica di luglio e agosto e in occasione del Ferragosto scatterà il piano Estate sicura “proposto dalla Sics, la Scuola italiana cani salvataggio centro-meridionale, con l’impiego di tre unità cinofile. Tutto in alto mare, invece per le spiagge di Castellammare, che lo scorso anno spese 42 mila euro per il servizio dei bagnini.