Selinunte chiusa la domenica

0
301

Castelvetrano seconda in provincia di Trapani per le presenze turistiche natalizie ma il parco di Selinunte chiude la domenica.

Scendendo nei dati puntuali si vede come il numero complessivo delle presenze vede S. Vito Lo Capo, che fa la parte del leone, con 508 mila 659 presenze, la medaglia d’argento viene mantenuta dalla Città di Castelvetrano, che con le sue 317 mila 492 presenze registra una crescita del 15,7% e denota la buona salute del suo comparto alberghiero e turistico.

Favignana guadagna due posizioni con 220 mila 234 presenze (+1,9%) e conquista il bronzo; il capoluogo di provincia, Trapani, si guadagna il 4° posto, facendo registrare 199 mila 210 presenze e un’interessante crescita (+8,8%), ma cede una posizione rispetto alla graduatoria degli arrivi in Città; dietro al quartetto c’è Marsala con 141 mila 831 presenze.

La Regione taglia le spese per lo straordinario dei lavoratori e così il Parco archeologico di Selinunte chiude la domenica. Non solo al pomeriggio, come è ormai dallo scorso autunno, ma anche la mattina. Già da domenica prossima. E fino ad aprile. A meno che non si conceda nel frattempo l’autonomia gestionale e l’ente Parco non trovi altre soluzioni. Misure che comunque promette di adottare l’assessore regionale ai Beni culturali, Mariarita Sgarlata, che parla di «chiusura domenicale provvisoria».
A dare la notizia è il nuovo direttore del Parco di Selinunte, Giovanni Leto Barone. Nel comunicato il dirigente regionale annuncia che «al fine di dare adeguata informazione all’utenza si comunica che, in adesione a quanto programmato in sede assessoriale, il Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa il 6 di gennaio 2014 rimarrà aperto alla fruizione sia nelle ore antimeridiane, sia nelle ore  mentre il giorno 5 gennaio e le successive domeniche fino al 15 aprile 2014 il Parco rimarrà chiuso alla fruizione sia di mattina che di pomeriggio».