Lavoro, Sicilia a picco

La Sha fatto peggio rispetto alla media nazionale (-4,4%) e peggio rispetto a quella del Mezzogiorno (-5,6%). Performance che si sono abbattute sull’occupazione, con una emorragia di posti che sembra inarrestabile.

Nei primi nove mesi del 2013, secondo il dossier della Regione sono stati persi 13 mila posti di lavoro nell’agricoltura (-13% rispetto allo stesso periodo del 2012) e 50 mila posti nei ‘servizì (-4,7%), in particolare 38 mila posti in fumo nel commercio.

Non va meglio nell’industria in senso stretto con una perdita dello 0,5% e nelle costruzione con un calo degli occupati de 7%.

Drammatici i dati sugli ammortizzatori sociali: nei primi nove mesi del 2013 le ore di cassa integrazione richieste all’Inps sono diminuite del 36,4% (e pari a 8,6 milioni) rispetto all’analogo periodo del 2012. Ma «il dato positivo deve comunque essere valutato attentamente – scrivono gli analisti del servizio statistica della Regione – In primo luogo, effettuando un raffronto con le ore concesse nel 2008, anno di inizio della crisi, ci si accorge che il ricorso a questa forma di ammortizzatore è in forte crescita (+302,8%).