San Vito Lo Capo: Cous cous fest, Irene Grandi infiamma la piazza

0
373

SAN VITO LO CAPO – E’ finito con un tripudio generale il concerto di Irene Grandi: mani al cielo, canti a squarciagola e balli a ritmo hanno contraddistinto l’appuntamento sul palco allestito piazza Santuario a San Vito Lo Capo sino a notte fonda nell’ambito del Cous Cous Fest, giunto alla sua 17° edizione. La cantautrice toscana ha retto alla sua fama mettendo in campo una perfomance tutta grinta e rock.

Non potevano mancare i suoi più grandi pezzi di successo: da Anima a Bruci la città, passando per “Che vita è”, “Come tu mi vuoi”, “Prima di partire per un lungo viaggio”, “Bum bum” e “La tua ragazza sempre”. Ha ripercorso sostanzialmente le tappe della sua lunga carriera, anche se la sua aria scanzonato fanno di Irene Grandi una cantante molto apprezzata soprattutto dalle nuove generazioni.

 

Anche sul palco di San Vito Irene Grandi ha incentrato il concerto come tappa del nuovo tour “Acustica”, un format live che lei stessa ha scelto e messo a punto con cura per trovare una maggiore intimità e un contatto più diretto fra pubblico e artista. Un concerto artisticamente rinnovato: il repertorio è stato infatti riproposto in chiave decisamente più soft e molto meno rock. Al fianco di Saverio Lanza, il coautore e produttore che si cimenta con chitarra e piano, e di Fabrizio Morganti alla batteria, e Piero Spitilli al basso elettrico e al contrabbasso, la Grandi in pratica ha festeggiato con garbo e leggerezza venti anni di carriera.

 

La cantautrice ha messo in campo la sua freschezza, nonostante i 45 anni suonati, ma anche il grande bagaglio artistico. Nona caso nel corso della sua carriera la Grandi ha cantato anche in spagnolo e ha eseguito duetti in tedesco, francese, indiano e in lingue africane, vendendo circa 5 milioni di dischi e posizionando nelle top-ten delle classifiche italiane 8 album e 6 singoli. Ha partecipato cinque volte al Festival di Sanremo, arrivando per due volte nelle prime tre posizioni. Ha inoltre preso parte, come cantante, ad undici edizioni del Festivalbar, conquistando due volte il podio e vincendo il Premio Radio. Nel 2009 ha vinto un Wind Music Award e nel 2011 un Sanremo Hit Award.