Rifiuti, ex gestore inadempiente. Lavoratori in attesa di stipendi e TFR

Non è stato certamente dei migliori il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, ad Alcamo, gestito dalle aziende FL Mirto di San Cipirello e Camedil di San Giuseppe Jato che subentrarono, con un appalto-ponte, all’Energetikambiente per poi uscire di scena con il subentro della Roma Costruzioni per l’appalto settennale in corso da alcuni mesi. Non soltanto disservizi, causati anche dall’errata programmazione da parte del Comune di Alcamo e dai costanti ritardi della direzione competente nel rinnovare le varie convenzioni con le piattaforme di smaltimento, ma anche nervi sempre tesi fra azienda ed operatori. Prima vertenze soltanto accennate che però, adesso, sono diventate realtà.

La Mirto/Camedil, infatti, deve ancora elargire un bel po’ di quattrini a tutto il personale transitato adesso alla CICLAT (azienda attuatrice del servizio è invece la Roma Costruzioni). I lavoratori, dopo due mesi e mezzo dalla cessazione del contratto con l’ATI jatina, non hanno ancora ricevuto i pagamenti dello stipendio di dicembre, della tredicesima e della buonuscita. Inoltre l’azienda non ha ancora fornito le relative buste-paga né, tantomeno, i CUD vale a dire i certificati necessari agli operatori per presentare la denuncia dei redditi. Tra i sindacati che seguono la vicenda, quello più agguerrito sembra essere la CGIL. La funzione pubblica cigiellina, circa un mese fa, ha inviato una nota all’azienda redatta dal suo legale.

Poi è stata anche inviata una richiesta al sindaco del comune di Alcamo per bloccare il pagamento dell’ultima rata dell’appalto al fine di recuperare le somme da elargire ai lavoratori. L’intervento dell’amministrazione comunale, allo stato attuale, alla luce del ‘tergiversare’ da parte di FL Mirto e Camdeil, appare l’unico percorribili per consentire al centinaio di operatori di percepire le spettanze, in tempi relativamente rapidi. Tribolato fu l’iter di quell’appalto-ponte, in primi aggiudicato ala Tekra, e ancor più tribolati sembrano essere gli atti conseguenti.