Rientri in Sicilia, via alle nuove norme. Tampone fatto o da farsi all’arrivo

Sono scattate da oggi le disposizioni per chi rientra in Sicilia per le festività natalizie. Rimarranno in vigore fino al 7 gennaio. Alla luce della relativa ordinanza del presidente della Regione, l’Asp di Trapani ha predisposto sette “drive-in” per il prelievo di tamponi rapidi. Saranno in funzione tutti i giorni dalle 8.30 alle 13.30 ad Alcamo in fondo alla zona artigianale di contrada Sasi, a Trapani all’autoparco comunale di via Libica, a Mazara del Vallo in contrada Affacciata, a Castelvetrano nella zona industriale, all’autoparco comunale di contrada ponte Fiumarella a Marsala, alla sede del distretto
sanitario di Pantelleria e all’area sbarchi dell’aeroporto  di Birgi.

Chi arriva in Sicilia da oggi e per tutte le festività dovrà registrarsi
su sito www.siciliacoronavirus.it (sono esclusi i pendolari oppure coloro che si siano allontanati dal territorio regionale nei giorni immediatamente antecedenti e per recarsi nel territorio nazionale per un periodo inferiore a quattro giorni) e dare atto, nel form di registrazione, di avere effettuato il tampone molecolare entro le 48 ore antecedenti all’arrivo in Sicilia.

Chi invece giunge nella nostra isola senza avere effettuato il molecolare, può scegliere o di recarsi presso un drive in per effettuare un tampone rapido (se negativo dovrà ripeterlo
dopo 5 giorni) oppure di rivolgersi presso un laboratorio privato, a sue spese, per effettuare un tampone molecolare. Nel caso in cui la persona non voglia seguire nessuna delle due opzioni, dovrà porsi in quarantena per 10 giorni presso il proprio domicilio, dandone
comunicazione al proprio medico o all’Asp.