Regali di nozze e auto: paga la Regione

0
478

di Antonio Pignatiello

 

 

L’inchiesta della Guardia di Finanza era scattata quest’estate quando gli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria su mandato della Procura di Palermo avevano acquisito le carte di Banca Nuova che svolge il servizio di tesorera dei gruppi Parlamentari all’Ars.

Ora arriva la svolta delle indagini. Con l’ipotesi di peculato le fiame gialle hanno denunciato alla Procura i capigruppo di alcuni partiti, Giulia Adamo, capogruppo dell’UDC, Antonello Cracolici, del PD, Rudy Maira del PID e Francesco Musotto dell’MPA.

La notizia è stata resa nota e pubblicata da Live Sicilia.

Al vaglio degli inquirenti ci sono state le carte, le fatture, gli appunti e i chiarimenti chiesti ai parlamentari.

L’inchiesta è coordinata dal Procuratore Aggiunto Leonardo Agueci e dai Sostituti Maurizio Agnello e Sergio De Montis.

La Guardia di Finanza avrebbe anche scoperto prelievi di denaro contante fatto dai Gruppi Parlamentari e in un caso anche con un prelievo di ben 50 mila euro.

Ufficialmente il denaro serve per il personale, la comunicazione, la segreteria e i portaborse dei gruppi politici all’Ars.

L’inchiesta avrebbe accertato pagamenti che secondo le Fiamme Gialle sarebbero ingiustificabili.

Il denaro a disposizione dei gruppi parlamentari all’Ars la passata legislatura era di 15 milioni di euro per il PD, 13 per il Pdl, 7 per l’Mpa, 3 per il Fli, 6 per il Pid e quasi due per l’UDC e altre somme agli altri gruppi per un totale di 170 milioni a bilancio nella passata legislatura.

Tra le spese non considerate giustificabili le fiamme gialle avrebbero trovato regali di nozze di 2500 euro da parte di Cracolici a una dipendente, rate di leasing  per un’auto Audi A 6 effettuate da Rudy Maira, 51 mila euro prelevati da Musotto e girati al Presidente della Regione Raffaele Lombardo e una spesa di 1690 euro di Giulia Adamo fuori, che esulerebbe, per le Fiamme Gialle,dall’attività parlamentare.