Prostituzione, condanna definitiva per un trapanese. Incontri anche ad Alcamo

0
198

Definitiva la condanna per sfruttamento della prostituzione per un pregiudicato trapanese di 46 anni. Le prestazioni della cosiddetta “Trapani bene” si consumavano all’interno di case, villette, alberghi, e appartamenti spesso presi in affitto nel capoluogo, ma anche a Castellammare del Golfo, Alcamo e Marsala.   I fatti   risalgono   al   periodo   tra   gli   anni   2011   e   2013   quando   il   46enne, unitamente   alla   moglie   e  altri soggetti, tra cui anche altre donne finite tutte in carcere, era   stato   indagato   per   un   giro   di   case   di   appuntamento.

In esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Trapani, i carabinieri di Paceco, adesso hanno condotto il pregiudicato presso il carcere Pietro Cerulli dove dovrà espiare 2 anni e mezzo di reclusione.